Mafie, vigilanza anche per la moglie di Luca Vecchi

Due agenti della Municipale di Modena seguono Maria Sergio nei suoi spostamenti a Modena e stazionano sotto il suo ufficio

REGGIO EMILIA – La moglie del sindaco Luca Vecchi, Maria Sergio, è stata messa sotto vigilanza anche lei come già avvenuto per il marito. Lo riporta la Gazzetta di Reggio scrivendo che la dirigente responsabile del settore urbanistico del Comune di Modena è sempre accompagnata, come il consorte, da un agente in borghese della polizia Municipale.

La vigilanza è stata disposta dal prefetto di Modena Michele Di Bari, in accordo con il comandante della polizia municipale Franco Chiari. Il motivo per cui è stata applicata la misura è la lettera arrivata nelle scorse settimane a Luca Vecchi da parte di Pasquale Brescia, uno degli arrestati nell’ambito dell’operazione Aemilia.

Una missiva che, viste le circostanze i contenuti e il mittente, ha spinto il prefetto di Reggio Emilia a far scattare una sorveglianza analoga, anche nei confronti del sindaco di Reggio. La vigilanza comporta che, ogni volta che va a lavorare, la Sergio viene “presa in custodia” da due agenti della municipale che oltre a seguirla si fermano in via Santi dove c’è il suo ufficio e la seguono nei suoi spostamenti.