Quantcast

Latitante ucraino tradito dal vizio per i videopoker

Il 35enne a Latina era ai domiciliari per furto in abitazione e rapina, ma si era allontanato evadendo. E' stato trovato domenica dai carabinieri a Reggio

REGGIO EMILIA – Un latitante ucraino di 35 anni, ricercato dall’estate 2014 dopo un’evasione dagli arresti domiciliari, è stato tradito dal vizio dei videopoker. L’uomo è stato arrestato domenica notte a Reggio Emilia.

I carabinieri del nucleo radiomobile lo hanno sorpreso in una sala slot, dove andava perché aveva il vizio del gioco. L’uomo domenica notte è stato controllato dai militari, ma era senza documenti ed è stato condotto in caserma.

Qui, sulla base delle impronte digitali, è risultato colpito dall’ordine di custodia cautelare. A Latina era ai domiciliari per furto in abitazione e rapina, ma si era allontanato evadendo.