Quantcast

Correggio, sciopero e blocco straordinari alla Rexnord

La Cgil: "L'azienda non ha manifestato alcuna intenzione di trovare una soluzione concordata con la rappresentanza sindacale ed ha formalmente disdettato il premio di risultato. Azioni disciplinari nei confronti dei delegati sindacali"

CORREGGIO (Reggio Emilia) – La rappresentanza sindacale unitaria della Rexnord ha deciso nuovamente di proclamare 2,5 ore di  sciopero per ogni turno lavorato e il blocco degli straordinari nello stabilimento di Correggio per ieri e oggi.

Scrive la Cgil: “A distanza di qualche mese dall’ultima mobilitazione sul rinnovo del contratto aziendale, che aveva permesso la riapertura della trattativa, vani sono stati i tentativi dei rappresentanti dei lavoratori d’arrivare ad un accordo condiviso. L’azienda con sede a Milwaukee nello stato del Wisconsin, non ha manifestato alcuna intenzione di trovare una soluzione concordata con la rappresentanza sindacale ed ha formalmente disdettato il premio di risultato da sempre concertato con le Rsu, proponendo unilateralmente dei premi ipotetici basati su criteri finanziari sotto dettatura della casa madre americana. Atti che sommati a recenti episodi con azioni disciplinari intraprese anche nei confronti dei delegati sindacali  non fanno altro che inasprire ulteriormente i rapporti e le relazioni in azienda”.

Conclude il sindacato: “La Filctem Cgil continuerà a contrastare e censurare la condotta aziendale, attivando qualsiasi percorso possibile a sostegno dei lavoratori, rafforzando tutte le iniziative finalizzate a ritornare ad una discussione di merito della piattaforma votata dai lavoratori, dentro un quadro di regole rispettoso delle linee guida del contratto nazionale di lavoro di riferimento e di riconoscimento vero della dignità della rappresentanza sindacale. A riguardo non è tutt’ ora chiara la posizione della firmataria Unindustria di Reggio”.