Correggio, in carcere per un reato commesso otto anni fa

Un 32enne correggese è stato portato in carcere dai carabinieri: deve scontare oltre 4 anni di pena

CORREGGIO (Reggio Emilia) – Avevano distrutto la casa di un connazionale e lo avevano rapinato: ora uno di loro è stato arrestato dai carabinieri ed è finito in carcere. Era la notte fra il 23 e il 24 novembre del 2007. Dopo una furibonda lite con altri connazionali volevano regolare i conti, ma non avevano trovato gli sfidanti e così una ventina di indiani avevano deciso di fare irruzione nell’abitazione di uno dei loro nemici.

Un’azione devastante, durante la quale avevano sfasciato la casa a colpi di mazza da cricket e spranghe di ferro: dalla cucina al bagno non era stato risparmiato nulla, mentre in strada, a, fungere da vedette, erano rimaste tre persone. Prima di andare via si erano impossessati di preziosi in oro e danaro contante per oltre 4.000 euro ottenuti i quali erano fuggiti.

Per questi gravi fatti avvenuti a Reggio la notte tra il 23 ed il 24 settembre 2007 erano stati arrestati 9 cittadini indiani tra cui il 32enne Preet Mohan Singh, residente a Correggio che il 17 febbraio 2015 per fatti era stato condannato alla pena di 4 anni, 10 mesi e 15 giorni di reclusione essendo stato riconosciuto colpevole dei reati di concorso in rapina, danneggiamento e porto abusivo di armi.

La sentenza emessa dalla II sezione della Corte d’Appello di Bologna è divenuta esecutiva lo scorso 18 dicembre 2015 motivo per cui la Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Bologna ha emesso un ordine di esecuzione per la carcerazione che è stato trasmesso ai carabinieri della Stazione di Correggio nel cui comune il 32enne risiede. Ricevuto il provvedimento i Carabinieri correggesi vi hanno dato esecuzione arrestando l’uomo che è stato portato in carcere per espiare il residuo di pena pari a 4 anni, 5 mesi e 3 giorni di reclusione (detratti gli oltre 4 mesi di detenzione cautelare).