Baragalla, De Lucia: “Non c’è l’ok a un nuovo McDonald’s”

Il consigliere su Facebook: "Prima bisogna fare delle verifiche, ma se aiuta il quartiere può aprire"

REGGIO EMILIA – “Nessun permesso di costruire verra’ rilasciato a Baragalla sull’area dell’ex Kamp 3000 fino a che il Comune di Reggio Emilia e l’Ausl non faranno tutte le verifiche del caso”. Poi, “fatte le verifiche, incontreremo entro fine marzo il comitato No McDonald’s Baragalla con il quale valuteremo le opportunita’ e le proposte per l’area”.

Lo scrive sul suo profilo Facebook il consigliere comunale del Pd reggiano Dario De Lucia che prova a stemperare le polemiche sulla nascita del nuovo McDonald’s nella frazione di Baragalla, nella zona sud della citta’. Un progetto da poco presentato in Comune e ora in fase di istruttoria, gia’ finito nel mirino di Sel (alleato di maggioranza in sala del Tricolore), ma soprattutto di un agguerrito comitato di cittadini presenti, mercoledi’ sera, ad una affollatissima assemblea nello spazio autogestito “Casa Bettola”.

Nei giorni scorsi i cittadini hanno gia’ tappezzato di striscioni la struttura che dovra’ essere abbattuta per far posto al McDrive; poi hanno ribadito le loro intenzioni di andare fino in fondo affinche’ non sorga la terza struttura simile, in pochi anni, a Reggio Emilia. Per il momento pero’ nulla di deciso, spiega De Lucia che non e’ pero’ contrario a prescindere all”operazione. Sempre su Facebook in un commento il consigliere afferma: “Se il progetto rispetta tutti gli standard di conformita’ e McDonald’s e’ disposto a sostenere oneri di urbanizzazione a vantaggio di tutta la comunita’ di Baragalla puo’ aprire” (Fonte Dire).