Arci, parte la campagna di tesseramento 2016

L'associazione ha stretto una partnership con il Bsgsp per sviluppare occasioni di crescita e formazione: il primo incontro al Pigal. Grafica e comunicazione: premiata la reggiana Delicatessen

REGGIO EMILIA – L’Arci di Reggio Emilia lancia la campagna di adesione e tesseramento 2016 presentandosi assieme ad un nuovo partner, il Banco S. Geminiano e S. Prospero del Gruppo Banco Popolare. L’Arci è un sistema articolato e complesso, formato da tanti Circoli diffusi sul territorio (oltre 140 a Reggio e provincia), di dimensione e carattere differenti, con un ventaglio di attività molto vario, e che si rivolgono ad una platea di soci enorme (circa 50.000 aderenti nel 2015) e differenziata per gusti, età, idee e modi di trascorrere il tempo libero, progettare e praticare iniziative ricreative e culturali.

Scrive l’associazione: “A Reggio Emilia, dove trova sede uno dei più numerosi Comitati a livello nazionale per numero di soci, l’Arci è parte integrante del tessuto sociale del territorio. Nei Circoli Arci ci si incontra, si condividono interessi e passioni, si scopre il piacere di stare insieme e di fare insieme.  Si organizzano momenti di socialità, occasioni di formazione e conoscenza, si fa cultura. Ci si batte per i diritti, contro ogni forma di esclusione o discriminazione.  Si offre solidarietà e sostegno ai più svantaggiati. Si promuovono la Pace e la cooperazione tra i popoli.  Essere socio Arci significa essere protagonista in un’esperienza collettiva, contribuire concretamente ad una società più giusta. Tale sistema ha anche importanti risvolti e aspetti economici che vanno affrontati con la consapevolezza dei tempi complicati in cui viviamo”.

Per questo l’Arci intende stringere un rapporto di partnership strategica con il Banco S. Geminiano e S. Prospero, istituto diffuso e storicamente radicato sul territorio reggiano che si è dotato nel tempo di strumenti bancari idonei e flessibili, adattabili anche a un settore solitamente trascurato nei suoi aspetti peculiari come quello dell’associazionismo. La partnership ha l’obiettivo di sviluppare occasioni di crescita e formazione, di introdurre maggiore consapevolezza nel corpo sociale in merito alla gestione del denaro, inteso sia come risparmio dei singoli soci che come patrimonio sociale dei Circoli. Il primo appuntamento rivolti ai Circoli reggiani, dal titolo “Strumenti formativi e gestione del risparmio” si terrà al circolo Pigal di via Petrella il prossimo 22 marzo. Sarà tenuto da Enrico Govi, referente privati Direzione BSGSP e introdotto da una presentazione di Marco Notari, Responsabile Area Reggio Emilia BSGSP.

Conclude l’associazione: “In chiusura, una piccola nota di orgoglio tutto reggiano, arriva anche dal concorso che l’Arci nazionale ha indetto per la realizzazione della grafica e della comunicazione che accompagna la tessera 2016. La vittoria è andata a Delicatessen, lo studio che collabora con l’Arci di Reggio da oltre 15 anni che ha disegnato la tessera nazionale ispirandosi ad avanguardie storiche, come il dada, il costruttivismo e l’esperienza del Bauhaus”.

Ma il comitato reggiano ha portato in dote anche un altro strumento che sarà presto acquisito dall’Arci nazionale. Si tratta di una app dedicata e già attiva dal mese di marzo. Da questa, il socio oltre a ricavare informazioni relative ai circoli e alle loro iniziative potrà accumulare crediti spendibili all’interno del mondo Arci, come l’accesso gratuito ad alcuni dei più interessanti concerti promossi dal comitato territoriale reggiano.