Villa Minozzo, acquista un Bimby e viene truffato

Vende online robot da cucina che poi non spedisce sparendo nel nulla: i carabinieri hanno denunciato un 30enne romano che ha truffato un 50enne reggiano

VILLA MINOZZO (Reggio Emilia) – Un pregiudicato di 30 anni romano ha truffato un 50enne reggiano di Villa Minozzo che aveva acquisato un robot Bimby pagando 300 euro per non ricevere nulla in cambio. Il trentenne grazie al numero telefonico associato ad un annuncio trappola e una carta prepagata dove ricevere i soldi, entrava nei siti di compravendita più cliccati piazzando annunci che trattavano la vendita di Bimby.

Le trattative correvano via telefono e, quando sulla carta prepagata veniva accreditato il corrispettivo dovuto, il gioco era fatto in quanto alla vendita non corrispondeva la spedizione del robot da cucina. La vittima, un 50enne reggiano, ha risposto ad un annuncio su un sito di e-commerce acquistando un Bimby usato per fare un regalo alla moglie del valore di circa 300 euro che ha versato tramite bonifico per poi scoprire di essere raggirato quando non ha ricevuto il robot da cucina acquistato.

Quando ha capito di essere stato vittima di un raggiro, l’uomo è andato dai carabinieri della stazione di Villa Minozzo e ha sporto denuncia per truffa. Dopo una serie di riscontri tra il numero di telefono e la mail associati all’inserzione, l’Ip del computer utilizzato per l’annuncio trappola e la carta prepagata dove erano stati versati i soldi, i carabinieri sono risaliti al 30enne romano che è stato denunciato.