Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Tensione nel Golfo, stop Riad a tutti i voli con l’Iran

In Iraq attaccate due moschee sunnite. L'inviato Onu De Mistura vola a Teheran e nel Golfo per cercare di disinnescare la tensione. Kerry e Ban telefonano ai ministri degli Esteri dei due Paesi

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – E’ altissima la tensione tra Riad e Teheran con l’Arabia Saudita e il Bahrain che decidono di interrompere le relazioni diplomatiche con l’Iran che promette vendetta per l’esecuzione dell’imam Nimr al-Nimr. Ora i sauditi hanno deciso di sospendere tutti i voli da e verso l’Iran. Mosca si dice pronta a mediare. Intanto in Iraq due moschee sunnite sono state attaccate. In queste ore il segretario di Stato Usa Kerry ha telefonato ai ministri degli Esteri dei due Paesi, mentre l’inviato dell’Onu De Mistura volerà nelle due capitali per tentare di disinnescare l’escalation.

“La vendetta divina si abbatterà sui politici sauditi”, ha detto ieri la Guida suprema Ali Khamenei nel secondo giorno dell’ira sciita contro la monarchia saudita. Parole durissime accompagnate da una immagine più che eloquente: un boia bifronte, una parte vestita con l’abito bianco saudita e l’altro con quello nero di Jihadi John, l’impietoso tagliatore di teste dell’Isis.

Ma da Riad la risposta è stata pronta: “Il regime iraniano è l’ultimo al mondo che può accusare gli altri di sostenere il terrorismo”, ha detto un funzionario del ministero saudita, visto che “sponsorizza il terrore ed è condannato dalle Nazioni Unite e da molti Paesi”. Riad interrompe i propri rapporti con Teheran evacuando i propri diplonmatici da Teheran e invitando quelli iraniani a lasciare l’Arabia Saudita entro 48 ore. Anche il Bahrain, secondo la tv panaraba al Arabiya, ha dato 48 ore di tempo ai diplomatici iraniani per lasciare il Paese.

Più informazioni su