Tangenziale Nord, Anas deposita il progetto

Durata dei lavori: tre anni e mezzo. Costo complessivo 187 milioni di euro: ci sono già i 71 milioni del primo stralcio

REGGIO EMILIA – Il completamento della Tangenziale Nord di Reggio Emilia compie un nuovo passo avanti verso l’approvazione del progetto definitivo. Anas, il soggetto titolare dell’opera e futuro proprietario e gestore della strada, pubblichera’ infatti domani sui media l’avviso di deposito del progetto definitivo. La societa’ ha inoltre inviato nei giorni scorsi le comunicazioni di avvio del procedimento di “approvazione del progetto definitivo per l’apposizione dei vincoli preordinati all’esproprio” ai titolari delle aree direttamente interessate dal progetto.

L’avviso sara’ pubblicato anche sul “Bur” dell’Emilia-Romagna del 27 gennaio prossimo. Si apre cosi’ una nuova fase di pubblicazione del progetto durante la quale, per 60 giorni dalla comunicazione di Anas, chiunque sia interessato puo’ prendere visione degli elaborati di progetto e presentare le proprie osservazioni. Nel frattempo si sta concludendo l’istruttoria del ministero dell’Ambiente per la Valutazione di impatto ambientale (Via).

Si apriranno quindi i lavori della Conferenza dei servizi (primo incontro fissato il 2 febbraio prossimo) a cui parteciperanno tutti gli enti titolati all’emissione di pareri e nulla osta sul progetto. L’iter proseguira’ poi con la dichiarazione di pubblica utilita’ e l’avvio delle procedure di esproprio vere e proprie. Parallelamente Anas procedera’ con la predisposizione delle procedure di appalto e realizzazione dei lavori che potranno riguardare il primo stralcio (gia’ previsto nel Contratto di programma Anas-ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti 2015) o entrambi a seconda del finanziamento a disposizione di Anas.

Il nuovo tratto della Tangenziale Nord di Reggio Emilia, progettato nelle fasi preliminari per conto di Anas dal Comune di Reggio, e’ infatti stato predisposto per una sua eventuale attuazione in due stralci di 1,5 chilometri per il primo stralcio e di 5 chilometri circa per il secondo. Il progetto prevede la realizzazione della parte ancora mancante in direzione Ovest, verso Parma, tra San Prospero Strinati e la Via Emilia a Corte Tegge, per una lunghezza di circa 6,5 chilometri, in stretta aderenza alla linea ferroviaria Fs storica Milano-Bologna.

Lungo il percorso sono previsti due svincoli, che collegano alla tangenziale, senza interferenze con la viabilita’ esistente. Nel suo assetto finale l’infrastruttura permettera’ di decongestionare dal traffico alcune zone di Reggio e una migliore gestione degli effetti sul traffico causati dai blocchi dell’autostrada A1. La durata complessiva dei lavori e’ stimata in tre anni e cinque mesi.

Il costo del completamento dell’infrastruttura e’ previsto in 186 milioni di euro, 127 dei quali per lavori e il restante per oneri accessori. Con l’approvazione, da parte del Comitato interministeriale per la programmazione economica (Cipe), del Contratto di programma 2015 tra Anas e ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sono gia’ stati previsti 71 milioni di euro per la realizzazione del primo stralcio dell’opera.

L’eventuale finanziamento del secondo stralcio nel prossimo Contratto di programma 2016 potrebbe consentire ad Anas di programmare la realizzazione di tutto il tratto in progetto con un solo appalto.