Quantcast

Sorelle reggiane arrestate per furto in un negozio

Cristina e Samuela Bianchi sono accusate di aver rubato semila euro nel negozio Sapore di mare di Cremona

REGGIO EMILIA – Due sorelle reggiane, Cristina e Samuela Bianchi, rispettivamente di 39 e 36 anni, sono stati arrestate dalla polizia perché accusate di aver compiuto un furto all’interno di un noto negozio di prodotti surgelati di Cremona.

Lo scorso 18 novembre le due sorelle sono entrate all’interno dell’esercizio commerciale “Sapore di mare ”, specializzato nella vendita di prodotti surgelati. Una di loro si è avvicinata a un dipendente con la scusa di chiedere informazioni, mentre la seconda sorella è entrata  negli uffici posti sul retro da cui ha rubato cassetta contenente l’incasso della mattina che ammontava a circa 6mila euro, uscendo poi indisturbata da un’uscita secondaria.

Terminato il furto, anche la sorella che stava intrattenendo il dipendente si è allontanata tranquillamente. Le indagini della squadra Mobile di Cremona hanno consentito di identificare le due sorelle che sono state riconosciute dal dipendente che le aveva viste entrare e con il quale una delle due aveva parlato.

Le due sono state in diverse occasioni arrestate e denunciate sempre insieme per diversi furti analoghi avvenuti in altre città d’Italia. La squadra Mobile di Cremona in collaborazione con la squadra Mobile di Reggio Emilia, dove le due donne vivono, le ha arrestate e portate in carcere a Modena a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.