Quantcast

Scuola, supplenti senza paga verso sciopero bianco

La Cisl scuola Emilia Centrale segnala di nuovo i pagamenti "a singhiozzo" dei supplenti, che stanno valutando di andare in classe senza tenere lezione

REGGIO EMILIA – Sono ancora molti i supplenti senza stipendio dall’inizio dell’anno scolastico. Qualcuno ha ricevuto i corrispettivi di settembre e ottobre, ma non quelli dei mesi successivi; altri, invece, hanno avuto gli arretrati alla vigilia di Natale. È la Cisl scuola Emilia Centrale, da Reggio Emilia, a segnalare di nuovo i pagamenti “a singhiozzo” dei supplenti, che stanno valutando clamorose forme di protesta come lo “sciopero bianco”, ovvero andare in classe senza tenere lezione.

“Ormai – dice Monica Barbolini, segretaria del sindacato – non sappiamo piu’ quali parole usare. Ci sono insegnanti che non hanno nemmeno i soldi per pagarsi la benzina o i mezzi pubblici per raggiungere le scuole in cui lavorano. Alcuni sono talmente scoraggiati che minacciano di non recarsi piu’ a scuola, ma cosi’ facendo rischierebbero di perdere la cattedra. Continuiamo a segnalare questi problemi agli Uffici scolastici provinciale e regionale- continua Barbolini- ma tutti si rimpallano le responsabilita’”.

Conclude quindi la categoria Cisl: “Dimostra di essere davvero un pessimo datore di lavoro uno Stato che minaccia di licenziare gli assenteisti in 48 ore, ma da cinque mesi consecutivi non corrisponde il salario dovuto a tanti docenti che educano e istruiscono i nostri figli”.