Piazza Fontanesi, la vicina disturba: lui le punta la pistola al petto

E' successo in una laterale di via del Guazzatoio. Il pensionato 65enne, che ha minacciato una trentenne reggiana, è stato denunciato e l'arma, una Smith & Wesson, sequestrata

REGGIO EMILIA – Ha puntato un revolver Smith & Wesson calibro 38 al petto della vicina che, a detta di un’altra inquilina, la stava disturbando. Per questo motivo un pensionato 65enne reggiano, il padrone di casa delle due donne, è stato denunciato dai carabinieri con l’accusa di minaccia aggravata e porto abusivo d’armi. E’ successo domenica sera in una laterale di via del Guazzatoio, a pochi passi da piazza Fontanesi.

Una donna si è andata a lamentare dal pensionato sostenendo che una trentenne che abitava nello stesso palazzo faceva un po’ quello che le pareva mettendo gli stendini con la roba da asciugare ovunque e disturbando. L’uomo le ha detto che ci avrebbe pensato lui. Ha preso la pistola ed è andata dalla trentenne in cortile, minacciandola e insultandola. Le ha puntato la pistola al petto e le ha detto di smetterla di comportarsi in questo modo.

Terrorizzata, la 30enne è fuggita urlando e ha raggiunto l’abitazione di un vicino da cui è partito l’allarme ll 112 dei carabinieri del Comando provinciale del capoluogo reggiano. Sul posto è arrivata una pattuglia del nucleo radiomobile della compagnia di Reggio Emilia. Rintracciato, il pensionato ha consegnato subito ai militari la pistola. E’ stato portato in caserma e denunciato per minaccia aggravata e porto abusivo di armi. La pistola, che era detenuta regolarmente insieme alle munizioni, gli è stata sequestrata insieme a un’altra Smith & Wesson indentica.

Nei confronti del pensionato reggiano, i carabinieri hanno avviato l’istruttoria delle pratiche per il provvedimento di divieto e detenzione di armi e munizioni che verrà emesso a suo carico dal prefetto di reggio Emilia essendo venute meno le condizioni di affidabilità alla base del possesso di armi da parte del 65enne.