L’assessore Foracchia lancia mappa dei luoghi di culto

Ma Forza Italia insiste: su moschee abusive bisogna agire subito

REGGIO EMILIA – Il Comune di Reggio lavora ad uno studio sui luoghi di culto in citta’ “per promuovere la conoscenza del fenomeno e la convivenza pacifica e l’esercizio dei vari credi nel pieno rispetto della normativa”. Lo annuncia oggi in Consiglio comunale l’assessore alla Citta’ Internazionale di Reggio Emilia Serena Foracchia, rispondendo ad un’interrogazione presentata dal gruppo di Forza Italia.

In particolare, il consigliere Giuseppe Pagliani ha chiesto all’amministrazione quali azioni ha messo in campo “per evitare che un uso distorto della normativa regionale sulle associazioni di promozione sociale dia luogo alla creazione di luoghi di culto, moschee in particolare, abusive”. L’assessore Foracchia, annunciando il provvedimento ha fatto presente che non riguardera’ soltanto la comunita” musulmana ma anche le altre professioni religiose presenti a Reggio, “tutte garantite dalla Costituzione”.

La “mappatura” dei luoghi di culto, inoltre, “coinvolgera’ diversi servizi comunali per distinguere tra sedi di associazioni culturali e luoghi di preghiera”. Pagliani sottolinea pero’: “Meno di un anno fa siamo gia’ intervenuti in questa materia segnalando abusi. Ci auguriamo che per i casi gia’ segnalati e per quelli che segnaleremo in futuro si possa giungere ad un’azione immediata per valutare le condizioni di edifici che ad oggi non sono assolutamente a norma dal punto di vista urbanistico”.