Doppi incarichi, la maggioranza blinda Russo

Comandante dei vigili sotto tiro: ora si chiederà un parere ad Anac

REGGIO EMILIA – Il caso del doppio incarico del comandante della Polizia municipale di Reggio Antonio Russo, che e’ anche un dirigente d’area del Comune, torna in Consiglio comunale. E anche questa volta la maggioranza fa quadrato al dirigente, riservandosi tuttavia un approfondimento con Anac, alla luce dei pareri della stessa autorita’ Anticorruzione e della legge di stabilita’ 2016.

E’ questo l’esito della discussione che si e’ sviluppata oggi in consiglio comunale a Reggio Emilia, innescata da un ordine del giorno presentato dal gruppo di Forza Italia. Nel documento, in particolare, si invita a prendere una decisione “chiara e decisa” sui dirigenti che ricoprono doppi incarichi. E’ il caso del comandante dei vigili che da diverso tempo e’ inoltre a capo dell’Area “Servizi alla citta” e a cui il sindaco ha attribuito nel 2015 anche la direzione del servizio “Gestione e sviluppo delle tecnologie e dei sistemi informativi (ad interim)” e la direzione del “Servizio entrate”.

Deleghe in cui, per l’opposizione, si configura un “evidente conflitto di interessi” determinato dal fatto che il comandante, essendo anche un dirigente comunale, “sarebbe nello stesso tempo controllore e controllato”. Da qui la richiesta di sollevarlo dagli incarichi municipali. L’ordine del giorno di Forza Italia e” stato respinto dalla maggioranza con 18 voti contrari e 10 favorevoli. Tuttavia con 19 voti favorevoli la stessa maggioranza ha approvato un ordine del giorno a firma del Pd, collegato all’ordine del giorno dell’opposizione, che impegna il sindaco e la giunta “ad interpellare l”Anac sul quesito in oggetto alla luce della nuova legge di Stabilita’ 2016″ (fonte Dire).