Quantcast

Castellarano, filmati mentre derubano il parroco

Due nordafricani, poi identificati e denunciati, incastrati dalle telecamere che li hanno ripresi sabato scorso mentre rompevano i vetri dell'auto del sacerdote all'oratorio don Bosco

CASTELLARANO (Reggio Emilia) – Filmati mentre rubano nell’auto del parroco dell’oratorio don Bosco di Castellarano e poi presi dai carabinieri del paese. Un colpo da 6.000 euro ma i militari sono riusciti a recuperare buona parte della refurtiva denunciando per concorso in furto due giovani nordafricani.

Secondo la ricostruzione dei carabinieri, che hanno visto le immagini del sistema di videosorveglianza dell’oratorio, i due sabato scorso sono ntrati nell’area e hanno rotto i finestrini dell’auto da cui hanno rubato un computer portatile Apple, un iPad Apple, un amplificatore, un videoproiettore e paramenti sacerdotali, oggetti per la celebrazione della messa e unzione infermi nonché un contenitore con ostie e testi religiosi.

Le videocamere hanno ripreso i volti dei due ladri uno dei quali, un 26enne di Castellarano, è noto ai carabinieri del paese ed è stato subito identificato e raggiunto nella sua abitazione dove i militari, nel corso di una perquisizione, hanno trovato videoproiettore e l’amplificatore rubati poco prima.

Poi i militari hanno identificato anche il complice, un 30enne nordafricano domiciliato a Castellarano e pure da lui hanno recuperato ulteriore refurtiva costituita da paramenti sacerdotali, oggetti per la celebrazione della messa e unzione infermi nonché un contenitore con ostie e testi religiosi.

All’appello mancano il computer portatile e l’iPad: l’ipotesi dei carabinieri è che possano essere stati venduti immediatamente dopo il furto a compiacenti ricettatori che ora i carabinieri di Castellarano stanno cercando di identificare in una parallela attività investigativa avviata al riguardo.

I due nordafricani sono stati denunciati con l’accusa di concorso in furto aggravato.