Quantcast

Venditori abusivi, scontro in consiglio comunale

La maggioranza respinge infatti quattro ordini del giorno presentati dalle opposizioni. Marchi (PD): "Strumentali, ne parleremo in commissione". Guatteri (M5S): "Si vede che a loro va bene così"

REGGIO EMILIA – L’invasione dei venditori abusivi alla festa del patrono e gli scontri con le Forze dell’ordine della scorsa settimana, non approdano in Consiglio comunale a Reggio Emilia. La maggioranza respinge infatti quattro ordini del giorno presentati dalle opposizioni (di Forza Italia, del Movimento 5 stelle e due della lista civica Magenta) volti a garantire sicurezza e ripristino della legalita’, anche in vista delle prossime festivita’ natalizie, e comunque in futuro.

Una decisione presa, spiega il consigliere Pd Daniele Marchi, “per disinnescare la strumentalizzazione di questi gravi episodi per un’operazione di mero ostruzionismo nella giornata in cui il Consiglio era chiamato a votare l’assestamento di bilancio”. Ma la maggioranza, prosegue, “non intende non sottovalutare la gravita’ e la complessita’ di quanto successo”.

Anche per questo “l’argomento verra’ riportato all’approfondimento dei consiglieri innanzitutto convocando una commissione, dove sara’ possibile conoscere gli elementi raccolti nei raccordi interistituzionali e condividere una strategia coordinata e coerente, cosa ben diversa (e decisamente piu’ responsabile) che improvvisare documenti e discussioni utili solo a un po’ di visibilita’ personale”.

Di diverso avviso il Movimento 5 stelle: “Pare che per i nostri amministratori vada bene cosi’, che i fatti accaduti a San Prospero non siano gravi e sconcertanti”, commenta la consigliera Alessandra Guatteri.