Quantcast

Vecchi e Tutino: “Smog calato, ma se peggiora pronti a stop traffico”

Il sindaco Vecchi e l'assessore Tutino: "Lo smog è calato, ma siamo pronti al blocco totale del traffico, qualora la situazione evidenziasse la necessità di agire già dai primi giorni del 2016"

REGGIO EMILIA – “Stiamo valutando un blocco del traffico totale o con targhe alterne. Oggi sentirò il sindaco, perché è un’ordinanza che deve emanare lui”. Lo dice a Reggio Sera l’assessore comunale all’Ambiente e alla mobilità, Mirko Tutino. I dati dell’inquinamento sulla nostra città e, in generale, su tutta la pianura padana sono veramente preoccupanti.

Sono settimane che le concentrazioni di Pm10 hanno sforato i limiti consentiti. Per fortuna sabato e domenca, le concentrazioni di polveri sottili sono tornate sotto i limiti a 38 e 22 microgrammi per metro cubo (il limite è 50). Oggi, però, il sito della Agenzia regionale prevenzione ambiente, come si può evincere dalla foto che pubblichiamo, prevede una qualità dell’aria scadente nella nostra città, appena sotto un gradino di pessima. Vediamo se le polveri fini si abbasseranno sotto la soglia anche oggi.

Cattive notizie anche dal fronte meteo perché la situazione non migliorerà fino al primo dell’anno quando dovrebbe arrivare almeno un po’ di vento a spazzare via gli agenti inquinanti, mentre le prime precipitazioni sono previste, anche nevose, intorno al sei gennaio.

Continua l’assessore Tutino: “L’Emilia Romagna ha una delibera che prevede una serie di cose in caso di inquinamento elevato con stop solo alle auto più inquinanti e abbassamento di un grado delle caldaie. Poi è possibile, per i Comuni, andare oltre con targhe alterne e blocchi più rigidi ed è una opzione che valutata. E’ una cosa facile da dire, ma complessa da mettere in campo, soprattutto per i controlli e incide solo per un venti o trenta per cento sullo smog. Contavo oggi di sentire il sindaco e poi decidere cosa fare”.

L’assessore aggiunge anche: “Fare blocco a Milano dove il 30 per cento della popolazione usa il trasporto pubblico e hai la metropolitana è più facile. Per un blocco totale della circolazione saremmo operativi in tre o quattro giorni, mentre le targhe alterne sono un provvedimento più semplice da adottare. Si potrebbero anche abbinare le due cose e partire con un provvedimento e poi passare all’altro. Ho parlato anche con Seta per valutare l’opzione di fornire dei biglietti gratuiti in caso di blocco. Vedremo in giornata che cosa fare”.

Vecchi e Tutino: “Lo smog è calato, ma siamo pronti al blocco totale del traffico, qualora la situazione evidenziasse la necessitò di agire già dai primi giorni del 2016”
Nel primo pomeriggio è arrivato un comunicato dell’amministrazione in cui si legge: “Il Comune è in costante contatto con Arpa, che gestisce le centraline di rilevazioni della qualità dell’aria ed è in grado di indicare – su tutto il territorio regionale – quale sia il livello di allerta da attivare. Negli ultimi giorni, sia a causa della riduzione dei traffico sia a seguito di una nebbia umida che probabilmente ha trascinato a terra parte degli inquinanti, i livelli di polveri sottili sono al di sotto dei limiti e ad oggi – a Reggio Emilia – sono a meno del 50% del valore considerato come limite”.

Nel dettaglio la situazione degli ultimi giorni ci informa che nei giorni della vigilia di Natale, S. Stefano e nella domenica ecologica del 27 dicembre i valori degli inquinanti sono rimasti entro i limiti.  Entrando più nello specifico dei valori registrati dalle centraline: il 27 dicembre il dato era 22 in viale Timavo e a S.Lazzaro 17. Il 26 dicembre in viale Timavo il dato era 38, a S.Lazzaro 34. Il 24 dicembre in viale Timavo il dato era 41, a S.Lazzaro 29.  Il limite, lo ricordiamo, è di 50 microgrammi per metro cubo.

La qualità dell’aria in questo senso risulta migliorata in tutte le città della Regione, mentre sull’area metropolitana milanese persiste una situazione di criticità. “Anche alla luce del fatto che le previsioni del tempo ci dicono che proseguirà l’alta pressione, condizione che favorisce la concentrazione degli inquinanti, continueremo a tenere alta la soglia di attenzione – dichiarano il sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi e l’assessore all’Ambiente Mirko Tutino -. Siamo pronti al blocco totale del traffico, qualora la situazione evidenziasse la necessitò di agire già dai primi giorni del 2016. Auspichiamo che si possa aprire un ragionamento di area vasta, in questo senso, dal momento che come è noto i provvedimenti che una sola città può mettere in campo rischiano di risultare inefficaci, se non sono concertati e condivisi coi centri urbani vicini”.