Treni, caos sulla Reggio-Guastalla

Disagi a non finire sulla linea per studenti e pendolari. Federconsumatori sul piede di guerra contro l'assessore Donini

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Disagi, ritardi, corse saltate, totale inaffidabilita’ delle porte che non si aprono, e mancanza di soluzioni alternative. E lungo l’elenco dei disservizi sulla linea ferroviaria di Tper Reggio-Gustalla che, secondo la Federcosumatori di Reggio Emilia, stanno creando “un danno talmente grave che non permette agli studenti di poter accedere allo studio serenamente e ai lavoratori pendolari di poter lavorare e rispettare gli orari”.

Si tratta “di una media di ritardi di circa 14 giorni ogni al mese”. I ragazzi e le ragazze, prosegue l’associazione “non riescono a poter svolgere le verifiche alla prime ore e questo, tra l”altro, penalizza l’intera classe”. Tutti aspetti che il presidente reggiano di Federconsumatori Giovanni Trisolini, e alcuni genitori membri del comitato pendolari e il responsabile nazionale per i trasporti in Federconsumatori Giuseppe Poli hanno esposto all”assessore regionale ai Trasporti Raffaele Donini.

“L’assessore pero’ non ha dato certezze sui tempi di risoluzione dei problemi, per assicurando il massimo impegno”, affermano. Di conseguenza il 15 gennaio si terra’ un incontro “per decidere come intervenire e come proseguire l”azione avviata in questi giorni”. Sono invitati i sindaci di Guastalla, Novellara e Bagnolo.

Più informazioni su