San Polo, iPhone rubato in casa: denunciato

Nei guai per ricettazione un 33enne di San Polo che era in possesso di un cellulare rubato a un 30enne di Modena in discoteca

SAN POLO (Reggio Emilia) – Un 33enne di San Polo, trovato in possesso di un iPhone che era stato rubato a un 30enne di Modena in una discoteca, è stato denunciato per ricettazione dai carabinieri. L’uomo non ha considerato che sull’iPhone 6 che aveva “trovato” era installato il localizzatore che, grazie all’applicativo “trova il mio iPhone”, ha portato il proprietario e quindi i Carabinieri di San Polo d’Enza nella sua abitazione dove è stato in effetti trovato in possesso dello smartphone rubato.

I carabinieri intervenuti su richiesta del derubato nel condominio dove era stata segnalata la presenza dell’iPhone, dopo aver proceduto ad effettuare una scrematura sui residenti, hanno indirizzato le loro attenzioni sul 33enne che era conosciuto dai carabinieri.  Tuttavia sebbene i militari abbiano suonato con insistenza il citofono non hanno ricevuto risposta.

L’uomo pur non rispondendo ai carabinieri, accortosi della loro presenza, ha contattato il derubato sostenendo di aver trovato il suo telefono. Una chiamata tardiva: alla restituzione il derubato si è presentato con i carabinieri di San Polo d’Enza ai quali l’indagato ha riferito di aver trovato il cellulare in una discoteca di Modena e di essersi adoperato per poterlo restituire.

Peccato che l’abbia fatto solo dopo l’intervento dei carabinieri che lo hanno denunciato per ricettazione. Il 30enne modenese quindi grazie alla tecnologia e all’intervento dei carabiniere di San Polo d’Enza è tornato in possesso del suo cellulare.