San Polo, fermati i predoni dei supermercati

Tre rumeni denunciati per furto aggravato in concorso: facevano razzia al Sigma

SAN POLO (Reggio Emilia) – Tre rumeni di trent’anni, due uomini e una donna, sono stati denunciati dai carabinieri per furto aggravato e continuato. Secondo i militari da tempo entravano nei supermercati imbottendo i loro abiti di merci (generalmente punte di Parmigiano, superalcolici e prodotti di bellezza) per poi uscire dopo aver pagato generi di basso valore spendendo pochi euro.

Mercoledì sera i tre hanno agito come di consueto. Sono entrati nel Sigma di San Polo e hanno caricato i carrelli di superalcolici per poi posizionarsi in un’area appartata e nascondere le bottiglie sotto gli abiti. Erano ignari di essere stati riconosciuti dai commessi come tre ladri: il sistema di video sorveglianza infatti li aveva ripresi alcuni giorni prima all’interno dello stesso supermercato mentre rubavano prodotti per bellezza per oltre 1.500 euro.

Quando hanno capito di essere stati scoperti, hanno abbandonato la refurtiva costituita da bottiglie di superalcolici per alcune centinaia di euro dandosi alla fuga: sono stati però rintracciati dai carabinieri di San Polo d’Enza avvisati dai derubati che li hanno quindi denunciati.

Secondo i carabinieri si tratta di una banda specializzata in tali tipi di colpi come dimostrerebbe il fatto che, a fine novembre sono stati beccati ad Alessandria a compiere un furto analogo. Per questo motivo le indagini dei carabinieri proseguono partendo dall’analisi dei filmati dei supermercati della zona per accertare come sembra emergere la responsabilità della banda in altri analoghi colpi nel reggiano.