Quantcast

San Martino in Rio, devastano palestra per divertimento: denunciati

I carabinieri hanno rintracciato i giovani vandali che, nella notte tra il 26 e il 27 ottobre, avevano devastato la palestra comunale Bombonera

SAN MARTINO IN RIO (Reggio Emilia) – I carabinieri hanno rintracciato i giovani vandali che, nella notte tra il 26 e il 27 ottobre, avevano devastato la palestra comunale Bombonera.

I cinque studenti, fra i 16 e i 20 anni, avevano danneggiato tutto quello che era possibile: si erano avventati sui fari dell’illuminazione collocati all’ingresso, poi si erano diretti verso il camino della caldaia, devastando l’impianto di riscaldamento, avevano divelto assi delle bandiere abbandonando vetri rotti a terra, rendendo così anche pericolosa la situazione.

I due maggiorenni sono stati denunciati alla procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Emilia ed a quella per i minorenni di Bologna i 3 minori. Sono tutti accusati del reato di concorso in danneggiamento aggravato. La mattina del 27 ottobre scorso era stato il preside a rendersi conto dei vandalismi.

I giovani avevano piegato i supporti delle luci e rotto tre mega fari sui cinque che illuminano la palestra. In alto, i coperchi del riscaldamento, fatti a camino, erano stati buttati e calpestati con i vandali che, inoltre, avevano divelto l’impianto di aerazione del bagno. I cavi del piano superiore erano stati strappati mentre le aste delle bandiera erano state piegate. L’azione vandalica aveva riguardato anche i portabiciclette che sono stati danneggiati.

Grazie ad alcune testimonianze i carabinieri sono risaliti agli odierni indagati nei confronti dei quali sono stati raccolti incontrovertibili elementi in responsabilità. Sono quindi stati tutti denunciati per danneggiamento aggravato in concorso. L’aspetto piu’ raccapricciante che sta emergendo nel corso delle indagini è costituito dal fatto che i giovani hanno agito per divertimento.