Quantcast

Rubiera, mamma fa arrestare il figlio spacciatore

La madre ha chiamato i carabinieri documentando anche l'attività di vendita di droga del sedicenne

RUBIERA (Reggio Emilia) – Una madre ha fatto arrestare il figlio sedicenne che spaccia. Tutto è nato quando la donna ha trovato delle confezioni di droga, marijuana, nascoste nella camera del figlio. Era evidente che il ragazzo vendeva lo stupefacente. Così ci ha pensato a lungo e poi ha deciso di chiamare i carabinieri documentando con fotografie le prove dell’attività di spaccio del figlio.

I militari hanno perquisito la casa e nell’armadio e nella cassettiera della camera da letto del ragazzo hanno trovato alcune dosi di marijuana per un peso complessivo di oltre 20 grammi che sono stati sequestrati insieme a un bilancino di precisione, oltre 100 euro in contanti provento dell’illecita attività di spaccio (la mamma ha confermato di non aver dato soldi al figlio) e alcuni cellulari utilizzati per i contatti con i clienti.

Quando i carabinieri sono entrati in casa hanno dovuto vincere con la forza la resistenza del ragazzo che prima ha cercato di lanciarsi dal balcone e poi fatto anche resistenza. Al termine delle attività il minorenne è stato portato in un centro d’accoglienza per i minorenni di Bologna a disposizione della competente autorità giudiziaria minorile.