La cooperazione festeggia Giannetto Gatti

Venerdì in Consiglio a Novellara l'omaggio all'ex presidente della Latteria Sociale San Giovanni e della Cila e una tavola rotonda sul rapporto tra cooperazione e sviluppo del territorio festeggia Giannetto Gatti, I saluti delle autorità

NOVELLARA (Reggio Emilia) – Venerdì alle 10, nella sala consiliare del Comune di Novellara, Legacoop Emilia Ovest e la Latteria Sociale San Giovanni della Fossa, organizzano l’evento “Giannetto Gatti, amico fedele della nostra terra, della cooperazione e della libertà”. Sarà l’occasione per ringraziare Giannetto Gatti per il suo grande impegno a favore della cooperazione e della sua terra. Gatti, importante figura di cooperatore, nei mesi scorsi ha lasciato la presidenza della Latteria San Giovanni della Fossa, da lui guidata per tantissimi anni. L’iniziativa ha il patrocinio del Comune di Novellara e della Camera di Commercio di Reggio Emilia.

Dopo il saluto del sindaco di Novellara, Elena Carletti, è prevista una tavola rotonda sul rapporto tra cooperazione e sviluppo del territorio, condotta dal direttore di Telereggio Mattia Mariani, con Simona Caselli, assessore all’agricoltura della Regione Emilia-Romagna, Giammaria Manghi, presidente Provincia di Reggio Emilia, Stefano Landi, presidente Camera di commercio di Reggio Emilia, Andrea Volta, presidente di Legacoop Emilia Ovest, Graziano Salsi, presidente della Latteria Sociale San Giovanni della Fossa. Seguirà poi una conversazione tra Giannetto Gatti e Sergio Calzari, presidente della cooperativa Andria.

Giannetto Gatti, classe 1922, di Novellara, è una straordinaria figura di cooperatore, avendo ricoperto importanti incarichi alla guida di cooperative agricole fin dal primo dopoguerra, tra cui la Cila. E’ stato per molti anni presidente della Latteria San Giovanni, una delle più importanti latterie sociali nell’area del Parmigiano Reggiano, incarico che ha lasciato solo pochi mesi fa. Il ruolo di Gatti nella vita di Novellara e nella cooperazione agricola reggiana è stato importantissimo, per lo stretto legame tra le sue esperienze, le sue scelte di dirigente cooperativo e le trasformazioni e lo sviluppo del mondo agrario nella provincia di Reggio Emilia.

Il 1 dicembre 2012 Gatti era stato festeggiato per i suoi 90 anni nel Teatro di Novellara. In quella occasione, alla presenza di tante autorità e cooperatori, il Vice Prefetto vicario di Reggio Emilia Adriana Cogode, aveva apposto al collo di Gatti il nastro e la croce di Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana, importantissima onorificenza concessa dal Presidente Giorgio Napolitano. Pochi giorni prima era uscito il libro “Bracciante, soldato e partigiano, cooperatore”, dedicato alle esperienze di Giannetto Gatti e curato da Lucio Levrini.