Iren, nasce Ireti: gestirà energia, gas e acqua

Dal 1° gennaio 2016 confluiranno in IRETI le attività prima di competenza delle società Iren Emilia, AEM Torino Distribuzione, Genova Reti Gas, Iren Acqua Gas, Acquedotto di Savona, Eniatel e Aga

REGGIO EMILIA – Come previsto dal percorso di razionalizzazione societario e organizzativo il consiglio di amministrazione di Iren ha approvato oggi, in coerenza con la semplificazione del modello di business definito nel piano industriale, la nascita della nuova società “Reti” che diventerà operativa dal primo gennaio 2016. La società, nel rispetto delle vigenti normative sulla separazione contabile e funzionale nei gruppi integrati, verrà denominata Ireti e gestirà in modo integrato e capillare sul territorio nazionale la distribuzione di energia elettrica e gas e il servizio idrico integrato.

Dal primo gennaio confluiranno in Ireti le attività prima di competenza delle società Iren Emilia, AEM Torino Distribuzione, Genova Reti Gas, Iren Acqua Gas, Acquedotto di Savona, Eniatel e Aga. La società si occuperà dei servizi idrici nelle province di Genova, Savona, La Spezia, Parma, Piacenza e Reggio Emilia dove opera negli ambiti dell’approvvigionamento idrico, fognatura e depurazione delle acque reflue. Con più di 18.000 km di reti acquedottistiche, oltre 9.300 km di reti fognarie e 1.085 impianti di depurazione, la società servirà oltre 2.550.000 abitanti su 219 comuni, caratterizzandosi come il terzo operatore in Italia nel settore dei servizi idrici per numero di metri cubi gestiti.

Attraverso oltre 7.600 km di rete la società distribuirà gas naturale nel Comune di Genova e in altri 19 comuni limitrofi, oltre che in 72 comuni delle province di Parma, Piacenza e Reggio Emilia, per un totale di circa 726.000 clienti serviti. Con circa 7.283 km di reti in media e bassa tensione Ireti distribuirà energia elettrica nelle città di Torino e Parma; con un portfolio di più di 1.5 milioni di clienti, Ireti sarà il quinto operatore in Italia nel settore dell’elettricità per la quantità di energia elettrica venduta.

Nel territorio emiliano inoltre Ireti gestirà gli impianti di illuminazione pubblica e impianti semaforici, attraverso attività di manutenzione e gestione degli impianti presenti ma anche di progettazione e realizzazione dei nuovi. Presidente di Ireti sarà Alessandro Ghibellini e amministratore delegato Fabio Giuseppini.

“Grazie all’integrazione – ha detto il presidente di Iren Francesco Profumo – la nuova società offrirà ai propri clienti e ai cittadini efficienza, efficacia, economicità ed elevata qualità dei servizi, operando con competenza e professionalità, nel pieno rispetto dell’ambiente e della sicurezza, contribuendo al benessere dei propri collaboratori e delle comunità e garantendo ai propri azionisti un’adeguata redditività d’impresa. L’azienda continuerà ad investire in modo determinante in innovazione in tutta la catena, dalla progettazione alla gestione delle reti, con l’obiettivo di garantire migliori servizi per i cittadini, riduzione dei costi di manutenzione ordinaria e migliore qualità del lavoro per gli operatori”.

“L’avvio di Ireti – ha aggiunto Massimiliano Bianco, amministratore delegato del gruppo Iren – rappresenta un passaggio fondamentale nel percorso di integrazione e razionalizzazione del gruppo e per il conseguimento degli obiettivi previsti nel Piano Industriale, nonché un momento di forte cambiamento per conseguire gli importanti risultati che le comunità in cui operiamo e il mercato si attendono”.