E’ morto Mauro Predieri, il ciclista investito a Baragalla

Il 58enne è spirato oggi al Santa Maria Nuova dove era ricoverato in gravissime condizioni

REGGIO EMILIA – Non ce l’ha fatta Mauro Predieri, il ciclista di 58 anni che era rimasto gravemente ferito dopo essere stato investito da un’auto, domenica mattina, nella rotonda tra via Martiri della Bettola e via Inghilterra a Baragalla. Alla guida della Fiat Punto c’era un cinquantenne che, per cause ancora in corso di accertamento, ha urtato il ciclista dentro la rotatoria.

L’uomo è deceduto oggi al Santa Maria Nuova dove era ricoverato in gravi condizioni. Il presidente Vanni Bulgarelli unitamente a tutto il consiglio di amministrazione, la direzione aziendale e tutti i colleghi si stringono attorno alla famiglia di Mauro Predieri, impiegato presso la sede reggiana di Seta, che oggi è prematuramente scomparso.

Predieri era stato aassunto giovanissimo in Act nel 1978, e nel giro di qualche anno avrebbe raggiunto la pensione. Dopo aver lavorato per oltre trent’anni come impiegato nell’azienda reggiana di trasporto pubblico, nel 2012 era passato alle dipendenze di Seta a seguito della fusione avvenuta tra le aziende di Reggio Emilia, Modena e Piacenza.

Attualmente era addetto ai Servizi di Prevenzione e Protezione aziendali, inoltre aveva anche la qualifica di coordinatore della manutenzione degli immobili e degli impianti civili della sede reggiana di Seta,  dove era conosciuto, stimato ed apprezzato da tutti per le sue doti di umanità e sensibilità.

Tutti i colleghi di Seta che hanno condiviso con Mauro una parte della propria esperienza lavorativa esprimono il proprio cordoglio alla famiglia e lo ricordano con affetto.