Correggio, canile lager: allevatrice denunciata

Sequestrati tredici cani in un allevamento dopo l'esposto del deputato Cinque Stelle Paolo Bernini

CORREGGIO (Reggio Emilia) – Tredici cuccioli di varie razze (Bull Terrier, Pincher, Carlino, Volpino, Husky, Border e 2 meticci) sono stati sequestrati dai carabinieri di Correggio che hanno denunciato l’allevatrice che li possedeva, una 65enne reggiana, per maltrattamento di animali.

Il blitz ieri mattina da parte dei carabinieri e dal personale del servizio veterinario dell’Asl correggese è stato eseguito dopo un esposto presentato dal deputato del Movimento 5 Stelle Paolo Bernini.

In particolare durante il sopralluogo sarebbe emerso che due cuccioli di colore nero, senza microchip, erano tenuti al buio, in un contenitore di plastica delle dimensioni di circa un metro quadro, in locale non idoneo (destinato a ripostiglio), senza acqua e cibo a disposizione, peraltro in assenza di iscrizione all’anagrafe canina.

­I carabinieri avrebbero appurato anche che una decina di cuccioli di razza Bull Terrier, Pincher, Volpino, carlino Husky e Border sarebbero stati custoditi in un locale le cui condizioni risultavano in precarie condizioni igieniche e di manutenzione (soffitto sbrecciato composto da materiale in eternit, acqua per l’abbeveraggio sporca, feci sul pavimento) e in un box la cui ampiezza è stata ritenuta limitata.

I cani sono stati sequestrati e affidati a un ente reggiano e l’allevatrice è stata denunciata per il reato di maltrattamento di animali.