Quantcast

Albinea, anziana derubata insegue il ladro e lo fa arrestare

Un geoergiano di 50 anni, Archili Andiashivili, 50enne senza fissa dimora, è stato arrestato con l'accusa di furto aggravato dopo che aveva derubato una 68enne al Conad

ALBINEA (Reggio Emilia) – Un geoergiano di 50 anni, Archili Andiashivili, 50enne senza fissa dimora, è stato arrestato con l’accusa di furto aggravato dopo che aveva derubato una 68enne al Conad di Albinea ieri mattina. La donna, ignara di essere seguita dall’uomo, è entrata nel supermercato con l’intento di far spesa. Arrivata vicino al reparto ortofrutta, ha lasciato il carrello con la borsa allontanandosi per prendere della verdura: pochi attimi che sono bastati al ladro per infilare le mani nella borsa e prendere il portafoglio.

Un gesto furtivo che, seppur fulmineo, non è passato inosservato alla vittima che avendo visto il ladro lo ha inseguito urlando riuscendo a farlo bloccare dai dipendenti del negozio che lo consegnavano ai carabinieri. “Non ho rubato nulla non ho alcun portafoglio”, ha detto il borseggiatore ai carabinieri che tuttavia sono riusciti a smentirlo grazie a diverse testimonianze. Prima di essere fermato aveva passato il portafoglio a un giovane complice riuscito a dileguarsi. Il portafoglio, mancante dei 60 euro è stato poi ritrovato da carabinieri e restituito al derubato. Il 50enne georgiano è stato invece arrestato con l’accusa di concorso in furto aggravato.

Negli ultimi mesi, oltre al furto scoperto dai carabinieri di Albinea, si sono verificati analoghi colpi nel reggiano ai danni di casalinghe intente a far spesa. Per questo motivo dal comando provinciale dei Ccrabinieri di Reggio Emilia parte la raccomandazione, rivolta soprattutto alle signore che sono solite fare la spesa nei supermercati, di chiudere sempre la borsa evitando di lasciare incustodito il proprio carrello e soprattutto di tenere “gli occhi aperti” perché purtroppo questi furti sono piuttosto frequenti ad opera di malintenzionati che sono molto abili ad approfittare di un solo attimo di distrazione.

La tecnica è sempre la stessa. Si fingono clienti ma in realtà sono ladri: pedinano le casalinghe tra i corridoi ricavati dagli scaffali dei supermercati pronti ad agire alla prima distrazione della loro vittima magari quando si reca al reparto ortofrutta lasciando la borsa incustodita sul carrello per pesare la frutta. Agiscono in maniera chirurgica e fulminea tanto che, nella maggior parte dei casi, le stesse vittime non si accorgono del furto del portafoglio se non quando vanno alla cassa per pagare la spesa. Non è stato così per la 68enne di Albinea che ha fatto catturare il ladro.