Quantcast

Acqua, i sindaci: “Avanti con la newco”

Il 17 dicembre il voto definitivo in consiglio comunale

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Via libera dei sindaci reggiani alla proposta di affidare ad una nuova societa’ mista a controllo pubblico la titolarita’ del servizio idrico integrato nel territorio. Il consenso al percorso proposto dal primo cittadino di Reggio Luca Vecchi e’ arrivato oggi durante l’incontro del Consiglio locale nel corso del quale sono stati illustrati e discussi i punti che saranno portati nell’ultima seduta del 2015, che si terra’ giovedi’ 17 dicembre.

Sara’ quindi in quella data che i sindaci, votando una proposta di delibera del Consiglio locale, si esprimeranno ufficialmente in favore della nuova societa’ mista. I due concetti fondamentali del cosiddetto piano Vecchi-Caia, bocciato oggi dai comitati per l’acqua pubblica, sono per i sindaci controllo pubblico e territorialita’. La nuova societa’ mista, affermano inoltre, “consentira’ di non procedere ad una gara per la titolarita’ del servizio idrico integrato e verra’ invece svolta una selezione pubblica per un socio di minoranza, che sara’ anche gestore operativo (evitando quindi ogni rapporto con i bilanci dei Comuni)”. La nuova proposta, se approvata, sara’ una sorta di cornice giuridica e amministrativa che, a differenza del piano per un affidamento in-house, non deve per legge contenere gia’ ora un piano industriale.

Nei primi mesi del 2016, a seguito della delibera della prossima settimana, si attiveranno le procedure per l’identificazione del soggetto partner e si aggiorneranno le valutazioni di tipo industriale, economico e finanziario. “In questo senso – rassicurano i Comuni – il confronto attivato in questi anni proseguira’ con la trasparenza che in maniera unica in Italia ha caratterizzato il percorso reggiano per un nuovo affidamento del servizio”.

Più informazioni su