Viano, si schiantano dopo maxi furto di Parmigiano Reggiano

Recuperate 62 forme di formaggio: i ladri sono fuggiti a piedi. Sparito l'altro furgone

VIANO (Reggio Emilia) – I carabinieri, dopo un lungo inseguimento, hanno sventato in parte un maxi furto di Parmigiano Reggiano stamattina a San Giovanni di Querciola. Tutto è nato dalla segnalazione di un cittadino che ha visto due furgoni sospetti che circolavano nei pressi di un caseificio stamattina alle cinque.

I carabinieri di Vezzano, che si stavano recando sul posto, hanno intercettato i due furgoni segnalati che alla vista dei carabinieri hanno aumentato la velocità nel tentativo di dileguarsi. Ne è nato un concitato inseguimento nel corso del quale un furgone è riuscito a dileguarsi, mentre l’altro “tallonato” dai carabinieri dopo alcuni chilometri è si è schiantato contro un guardrail con gli occupanti che, scesi al “volo”, hanno proseguito la fuga a piedi per i campi.

Nell’intera zona è scattata una serrata caccia all’uomo tuttora in corso: nel furgone uscito fuori strada, rubato in provincia di Ravenna il 22 ottobre scorso, i carabinieri hanno rinvenuto 62 forme di Parmigiano Reggiano rubate poco prim dal caseificio di San Giovanni di Querciola da cui, in tutto, sono state sottratte 100 forme formaggio.

Le indagini ora proseguono per identificare i componenti della banda. Una svolta potrebbe anche giungere dalle indagini di laboratorio dei R.I.S. di Parma: sul furgone sequestrato  i carabinieri hanno proceduto ai dovuti rilievi per cercare di trovare anche in sede scientifica le dovute risposte avendo gli operanti proceduto all’esaltazione delle impronte digitali che verranno inviate appunto al Reparto Investigazioni Scientifiche Carabinieri di Parma per le indagini di comparazione con i soggetti pregiudicati censiti in Banca Dati.