Vecchi: “Expo ha pagato, ora siamo più quotati” video

Il sindaco: "E' cresciuta la nostra reputazione, ora dobbiamo proseguire con il lavoro fatto"

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Un “grande salto di qualita’ nelle relazioni internazionali”, che getta le basi per costruire nuovi rapporti di business. E’ questo, secondo il sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi, il principale risultato (non visibile ma non per questo meno concreto) raggiunto dal territorio con le iniziative organizzate per Expo. A padiglioni chiusi, il comitato promotore della citta’ del Tricolore, che ha investito complessivamente circa 800.000 euro per brillare di luce propria all’esposizione universale, prova oggi a tracciare un bilancio delle ricadute dell’evento milanese.

Expo

Con una premessa, evidenziata dall’assessore alla Citta’ internazionale Serena Foracchia, che ricorda: “Fin dall’inizio abbiamo considerato l’Expo come uno strumento per andare oltre, una leva per impostare un metodo di lavoro che si e’ dimostrato efficace e che continuera’ nel tempo”. Una linea a cui si ricollega anche il sindaco, sottolineando prima di tutto “l’esperienza di un territorio che ha fatto sistema e che ci consegna un’eredita’ da raccogliere per affrontare le grandi progettualita’ che si presenteranno nei prossimi anni”.

Vecchi: “Una grande palestra”
Una “grande palestra – aggiunge Vecchi – in cui piu’ attori hanno lavorato insieme in quest’anno e mezzo, come faranno anche in futuro”. Un indirizzo, sottolinea infine il primo cittadino, “coerente anche con le linee del mio mandato, in cui avevo annunciato di voler potenziare le relazioni internazionali della citta”. Oggi possiamo dire di esserci riusciti creando le condizioni per facilitare l’ingresso delle nostre imprese in altri Paesi del mondo”. A dimostrarlo, secondo Vecchi, gli incontri con 40 ambasciatori avuti negli ultimi mesi, ma anche la mutata “reputazione interna” di Reggio nel contesto regionale.

Non a caso, infatti, la stazione Mediopadana e’ una delle tre location che si contende, con la stazione ad Alta velocita’ e l’aeroporto di Bologna, l’installazione di un megaschermo con proiezione dei video utilizzati nella piazzetta dell’Emilia-Romagna ad Expo. Qualche dato piu’ concreto in materia di rapporti commerciali, lo fornisce la Camera di commercio. Nel 2015 l’ente camerale ha organizzato 18 iniziative di incoming (contro le otto del 2014) che hanno coinvolto 215 operatori commerciali esteri di una trentina di Paesi e dato luogo a 916 incontri di affari.

Numeri confortanti per il presidente dell’ente camerale Stefano Landi che dice: “Abbiamo seminato. Ora bisogna continuare a lavorare per raccogliere e mettere a frutto gli investimenti”. Nella provincia di Reggio, tra citta’, Bassa e Montagna sono stati organizzati 150 eventi con una buona partecipazione di pubblico. “Anche i Comuni hanno fatto bene – sottolinea il presidente della Provincia Giammaria Manghi – con numeri sui territori che non si erano mai visti”. In citta’ i due grandi infopoint di piazza Casotti (dietro il municipio) e nella stazione Mediopadana hanno registrato 14.000 contatti.

I musei cittadini circa 27.000 presenze. Infine per i futuri turisti di Reggio rimane agli atti una guida turistica anche in inglese che suggerisce itinerari di visita del territorio. Certo, i dati presentati oggi sono ancora grezzi e per analizzarli il comitato per Expo si riaggiornera’ tra poche settimane. Ma su un punto concordano tutti: il sistema di collaborazione tra enti creato “e’ un patrimonio che non va disperso”.

I numeri
Sono state 150 le delegazioni internazionali (80 da attività del Comune), per un totale di 1.300 persone, coinvolte in 32 eventi, che hanno coinvolto 40 imprese. I Paesi principali rappresentati sono stati: Cina, Brasile, Mozambico, Sudafrica, Burkina Faso, Namibia, Palestina, Vietnam, Stati Uniti d’America, Paesi europei.

Il sito dedicato www.reggioexpo2015.it, in italiano e inglese, ha presentato oltre 200 aziende, 250 eventi e i luoghi più significativi del territorio reggiano. Ha ottenuto 33.315 visite, 24.458 singoli visitatori, 122.928 pagine visualizzate.
I visitatori del sito appartengono ai seguenti Paesi: Italia, Stati Uniti d’America, Germania, Francia, Cina, Regno Unito, Spagna, Giappone, Polonia, Repubblica Ceca, Brasile, Russia, Olanda, Svizzera,Corea del Sud. Per l’Italia, i collegamenti più frequenti sono avvenuti dalle seguenti città: Reggio Emilia 23%, Milano 16%, Parma 10%, Modena  8%, Bologna 7%, Roma 5%. Sono in tutto 564 territori amministrativi raggiunti. Fra i paesi esteri, dagli Stati Uniti gli stati di Texas 10%, California 9%, New York 7%, Virginia 4%, Illinois 3%: Le pagine più visitate (oltre la home) sono state nell’ordine: Agricoltura, Scopri il territorio, I luoghi di Reggio Emilia per Expo, Alimentazione, We Are. I dispositivi utilizzati: Desktop 64%, Mobile 27%, Tablet 9%.

La pagina Facebook dedicata ha ottenuto 3.257 ‘mi piace’ ed ha generato una copertura social complessiva su 380.000 utenti. L’account Twitter ha prodotto 7.500 visualizzazioni mensili, 698 follower, con 1.037 tweet.

Più informazioni su