Ubriaco, sfonda la porta della ex e picchia i poliziotti: arrestato

Un uomo, originario del Sud Italia, è finito in manette resistenza e lesioni dopo che, ubriaco, aveva sfondato la porta della ex e aveva ferito quattro poliziotti intervenuti per fermarlo

REGGIO EMILIA – Un uomo, originario del Sud Italia, è stato arrestato per resistenza e lesioni dalla polizia dopo che, ubriaco, aveva sfondato la porta della ex e aveva ferito quattro poliziotti intervenuti per fermarlo.

La relazione fra i due si era chiusa molti mesi fa ma giovedì, intorno alle 18, l’uomo si era presentato sotto la casa della donna e, al suo rifiuto di aprirgli la porta, era andato su tutte le furie e, anche per il troppo alcol ingerito, aveva iniziato a prendere a calci la porta, rompendo il portoncino di ingresso in vetro e distruggendo la cassetta della posta.

La donna ed i suoi familiari, chiusi all’interno del loro appartamento, hanno chiesto l’intervento delle Volanti, ma anche l’arrivo degli agenti non ha riportato alla ragione l’uomo. Questi, infatti, alla semplice richiesta di spiegazioni da parte dei poliziotti, si è avventato contro di loro cercando di colpirli in un impeto di cieca furia. Solo l’intervento di due altre pattuglie ha consentito di bloccare l’uomo senza ulteriori conseguenze.

Quattro dei 6 poliziotti intervenuti hanno però riportato delle contusioni e delle ferite lacerocontuse guaribili tra i 5 e i 6 giorni. L’uomo, originario del Sud Italia, è stato tratto in arresto per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate e, dopo l’udienza di convalida, è stato sottoposto alla misura cautelare del divieto di dimora nella provincia di Reggio Emilia.

Nei suoi confronti, inoltre, il questore di Reggio Emilia ha emesso un provvedimento di foglio di via dalla provincia reggiana.