Terrorismo, controlli serrati anche a Reggio Emilia

Aumentata la vigilanza sugli obiettivi sensibili, quali i siti istituzionali, ma anche luoghi di vasta affluenza ed aggregazione di persone, quali luoghi di culto, centri commerciali, supermercati, cinema, palazzetti o stadi

REGGIO EMILIA – All’indomani degli attacchi terroristici che hanno insanguinato la capitale francese, nonostante non siano giunti segnali che facciano ritenere che simili azioni possano essere attuate in Italia, il ministro dell’Interno ha invitato i prefetti ed i questori a dare ulteriore impulso alle attività di controllo del territorio e di prevenzione, disponendo un’intensificazione delle vigilanze sugli obiettivi sensibili, quali i siti istituzionali, ma anche luoghi di vasta affluenza ed aggregazione di persone, quali luoghi di culto, centri commerciali, supermercati, cinema, palazzetti o stadi.

A Reggio, con l’ausilio delle Volanti e delle pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine, sono stati disposti specifici servizi di vigilanza dinamica in questi siti, peraltro, vigilati da pattuglie in borghese della Digos. La frequente presenza delle pattuglie delle forze di polizia in questi luoghi, oltre ad essere un presidio di sicurezza, sarà un’occasione per i cittadini presenti per avere un contatto diretto ed effettuare eventuali segnalazioni o avere delle utili risposte ai propri quesiti.