Scandiano, è morto Ettore Lucenti

Si è spento ieri a 73 anni: ex dipendente comunale e presidente del Circolo Bosco. Lunedì mattina i funerali

Più informazioni su

SCANDIANO (Reggio Emilia) – E’ morto ieri all’ospedale Magati, all’età di 73 anni, Ettore Lucenti, conosciutissimo a Scandiano, ex dipendente dell’amministrazione comunale di Scandiano e presidente del Circolo Bosco, nella frazione scandianese.

Lucenti lascia la moglie Danila Reggiani, i figli Monica, Omar e Tania. Il fratello Enrico, i nipoti e i parenti. I familiari chiedono di devolvere eventuali offerte al reparto di oncologia “Day hospital” dell’ospedale Magati di Scandiano.

I funerali verranno celebrati lunedì alle 10,30 in forma civile: il feretro lascerà alle 10,30 l’obitorio dell’ospedale Magati, dove è stata allestita la camera ardente, per il parcheggio del ristorante “Roba da matti” di Pratissolo, da dove partirà il corteo per il cimitero locale.

Il cordoglio del sindaco Mammi
E’ con vivo dispiacere che apprendo della scomparsa di Ettore Lucenti, nostro concittadino e presidente del Circolo di Bosco. E’ davvero tanto il dolore per la perdita di Ettore, per anni dipendente dell’amministrazione comunale di Scandiano. Con noi ha svolto il suo lavoro come operaio con passione e impegno; la sua scomparsa è una grave perdita per tutta la comunità scandianese, a lui il merito di avere contribuito alla nascita del Circolo di Bosco dove è sempre in stato in “prima linea” nella gestione delle varie attività.

Prezioso è stato il suo contributo nel volontariato, nel campo della solidarietà e nella gestione del campo sportivo di Bosco. Onesto, laborioso, umile e altruista  mancherà tanto a tutti. Ettore è stato davvero una bella persona che, come molti cittadini e cittadine delle nostre terre, armati di buona volontà e con la voglia di creare futuro per sè e per la propria famiglia, è stata capace di contribuire al benessere della nostra comunità.

Mi unisco al dolore della famiglia  Lucenti per la scomparsa del loro caro e nome di tutta la comunità scandianese certo che il suo ricordo rimarrà per sempre vivo.

Più informazioni su