Rivalta, in un centinaio ai laboratori di cittadinanza

Una quindicina le proposte di intervento all'ordine del giorno, che sono state analizzate e che verranno 'votate' e ordinate in base a priorità, tenendo conto anche degli aspetti tecnici

REGGIO EMILIA – Un centinaio di persone ha preso parte ieri mattina, nella sede della Bocciofila Arci di Rivalta, all’assemblea e poi ai sei tavoli di lavoro del quarto appuntamento del percorso dei Laboratori di cittadinanza promosso dal Comune di Reggio Emilia nei diversi quartieri e frazioni della città: l’incontro di oggi, l’ultimo del primo ciclo realizzato nell’ambito del Programma di mandato del sindaco Luca Vecchi, è stato dedicato alle Ville di Rivalta, San Rigo e Coviolo.

Fra i partecipanti, rappresentanti di una quindicina di associazioni del territorio, parrocchie, centri sociali e circoli, Fondazione per lo Sport (più in basso l’elenco dei portatori di interesse) e alcuni consiglieri comunali.
Dopo un primo confronto collettivo, alla presenza dell’assessore a Partecipazione e Cura dei quartieri Valeria Montanari e dell’assessore a Infrastrutture del territorio e Beni comuni Mirko Tutino, è iniziata l’attività dei sei tavoli di lavoro coordinati dagli Architetti di quartiere che operano sul territorio. Un’azione di ascolto più sistematica, di confronto e, carte toponomastiche alla mano, di indicazione – per possibili soluzioni – dei punti delle tre Ville a sud e sud-ovest di Reggio Emilia che presentano criticità e opportunità di miglioramento della qualità urbana e della vita delle comunità.

Una quindicina le proposte di intervento all’ordine del giorno, che sono state analizzate e che verranno ‘votate’ e ordinate in base a priorità, tenendo conto anche degli aspetti tecnici. Tra queste: il miglioramento della qualità urbana di via della Repubblica, dell’accessibilità a plessi scolastici, della sicurezza dei pedoni in prossimità di distributori di carburante e di incroci stradali, della segnaletica stradale in alcuni punti; l’introduzione di soluzioni per la diminuzione della velocità dei veicoli e per un’illuminazione pubblica più adeguata, l’apertura di un punto pubblico di erogazione dell’acqua e di servizi igienici pubblici.

Più in generale, nel caso di Rivalta così come nei Laboratori svolti in precedenza – Sesso; Masone, Marmirolo, Castellazzo e Roncadella; Cella, Cadè e Gaida – si è lavorato, spiega  l’assessore Montanari, “per definite progetti condivisi per la cura della città e della comunità in vista dei rispettivi Accordi, che prevediamo siano definiti entro quest’anno e che conterranno azioni volte a rafforzare la coesione sociale tra le comunità e valorizzare la vocazione storico-paesaggistica del territorio.

“Credo – aggiunge l’assessore – che questi Laboratori 2015 siano stati una modalità positiva di partecipazione e di cittadinanza attiva, dove le persone hanno contribuito fattivamente alla progettazione delle soluzioni: una bella prova, da parte di tutti, dell’ ‘essere sul pezzo’ e dell’essere quello che i reggiani in effetti sono: persone che hanno a cuore e vogliono prendersi cura dei luoghi in cui vivono”.

Gli obiettivi strategici dei Laboratori sono infatti incentivare la relazione e la collaborazione tra le comunità cittadine, facilitare e implementare le connessioni tra le frazioni, vitalizzare e promuovere l’attività sportiva. Per l’occasione, oltre a essere presentate le idee raccolte, i cittadini hanno potuto proporre nuovi progetti e candidarsi per partecipare attivamente alle attività previste nei loro quartieri.

Tra le associazioni e organizzazioni che hanno manifestato l’interesse a collaborare con il Comune e con le quali il Comune ha condiviso le ipotesi progettuali a Rivalta, San Rigo e Coviolo sono: Anspi Sant’Ambrogio, Arci Bocciofila rivaltese, Asd ambrosiana, associazione Insieme per Rivalta, associazione Genitori per la scuola, per la comunità, per i ragazzi; biblioteca San Pellegrino-Marco Gerra; bocciofila Rivalta, centro sociale Biasola, centro sociale Coviolo in Festa, centro sociale vasca di Corbelli, ColoraRivalta, Comunità Educante, Fattorie didattiche, Fondazione per lo sport, gruppo cittadini Bookcrossing zone, gruppo civico di Impegno per Rivalta, gruppo scout Rivalta, istituto d’istruzione superiore Antonio Zanelli, podistica Biasola, ReCult, Simonetta Notari-Regione Emilia Romagna, Università di Bologna sede di villa Levi, Uisp-Comitato territoriale Reggio Emilia.