Reggiani travolti da auto, il pirata è Earvin Ngapeth

Il giocatore, che è stato sospeso dal Modena Volley, si è presentato in procura e ha ammesso le sue responsabilità

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – “Ho investito i ragazzi davanti al Frozen, mi assumo le mie responsabilità”. Earvin Ngapeth, pallavolista del Modena Volley si è presentato in procura ammettendo di essere stato lui a travolgere, nella notte fra giovedì e venerdì, il commentatore sportivo Enrico Lusetti e i reggiani Riccardo Ferrarini e Davide Maccagnani che erano appena usciti con lui dalla discoteca modenese.

Il giocatore ha anche chiesto scusa “alle persone coinvolte, ai loro famigliari, alla Società, ai miei compagni di squadra, agli sponsor e ai tifosi per il mio comportamento. Spero che possano riprendersi presto, mi dispiace moltissimo”.

Il Modena Volley, da parte sua, ha sospeso il giocatore esprimendo “il proprio sostegno alle persone coinvolte nell’incidente e alle loro famiglie” sottolineando che “il fatto che Earvin Ngapeth si sia assunto le proprie responsabilità è un elemento che riteniamo fondamentale per la nostra società, perché è coerente con i valori che sono alla base della squadra e dello sport”.

Non è la prima volta che Earvin Ngapeth ha a che fare con la giustizia. Il 21 luglio scorso alla stazione parigina di Montparnasse era stato fermato con l’accusa di aggressione verso un controllore della Snfc, la società dei treni transalpina. Il controllore aggredito ha sporto denuncia ma Ngapeth si è sempre professato innocente.

Più informazioni su