Quantcast

Novellara, agente salva un cane e i suoi sei cuccioli

L'agente scelto Annamaria Ribezzo ha trovato in un casolare la madre e i suoi piccoli in gravi condizioni: ora sono salvi al canile

NOVELLARA (Reggio Emilia) – Un intervento che ha permesso il salvataggio di un cane e dei suoi sei cuccioli, ora accuditi al canile intercomunale di Novellara. E’ quello portato a termine dal Nucleo tutela ambientale e animale del corpo di polizia municipale “Bassa Reggiana” nei giorni scorsi e che ha consentito di vedere la vicenda concludersi con un lieto fine.

Tutto è partito da una segnalazione telefonica all’agente scelto Annamaria Ribezzo, con la quale un cittadino faceva presente che sull’argine di Brescello stava vagando un cane di taglia media, rischiando di mettere in pericolo se stesso e le auto in transito. Per questo alla fine del turno l’agente Ribezzo, confermando la propria nota sensibilità nei confronti degli animali, si è diretta sul posto dove ha poi rinvenuto – nei pressi di un casolare abbandonato – il cane (nello specifico una segugia)  accovacciato in un angolo che nascondeva sotto di sè cinque cuccioli appena nati.

Il cane e i suoi piccoli sono stati immediatamente soccorsi e trasferiti al canile intercomunale di Novellara dove le operatrici, già allertate, hanno predisposto tutti gli accorgimenti necessari per ospitare i nuovi “ospiti” ai quali, nella stessa serata, si è aggiunto un altro cucciolo. Grazie a questo tempestivo intervento è stata scongiurata la morte dei cuccioli e forse della mamma, che versava in pessime condizioni fisiche e sono stati evitati altri eventuali pericoli per la circolazione.

“La grande sensibilità di questo Nucleo – commenta il comandante vicario Davide Grazioli, responsabile dell’ambito Ovest del corpo e del Nucleo stesso – che si spende con tutte le sue forze a tutela delle fasce più deboli e che si sta espandendo in termini di attrezzature e personale, è quanto mai lodevole. Nell’anno che si sta chiudendo sono state centinaia le segnalazioni di diverso tipo pervenute, 80 i cani introdotti in struttura e numerose altre attività tra cui la chiusura di un canile lager e l’importante iniziativa pubblica promossa dal Comune di Poviglio nella quale si sono esaminate le norme legislative relative agli animali e alla loro custodia.

Tutto questo per sottolineare che la polizia municipale si affianca ai cittadini anche per la risoluzione delle problematiche più comuni. Un doveroso riconoscimento va a tutto il personale del canile intercomunale dove il personale, con grande professionalità disponibilità e collaborazione, fa fronte a tutte le richieste e alle emergenze sempre crescenti”.