Il Comune: “Agente ferita, episodio grave e inaccettabile”

L'appello dell'amministrazione: "I cittadini evitino di acquistare merce contraffatta"

REGGIO EMILIA – L’amministrazione comunale di Reggio Emilia “esprime la propria solidarietà e vicinanza all’agente di Polizia municipale che ieri è stata ferita nel corso di controlli anti-abusivismo nel campo commerciale” e anche “verso gli esponenti delle forze dell’ordine che hanno dovuto a loro volta ricorrere alle cure mediche per la medesima ragione”.

Scrive il Comune: “L’episodio di aggressione da parte di alcuni commercianti abusivi ai danni di chi li stava controllando è stato grave e inaccettabile. Il fatto che a Reggio Emilia, grazie al buon lavoro delle forze dell’ordine, non si fossero precedentemente verificati fatti simili durante altre manifestazioni induce a proporre un’intensificazione ulteriore delle misure di contrasto a questo fenomeno. L’intervento congiunto di agenti della polizia municipale e di membri delle forze dell’ordine nel contrasto alla vendita di merce contraffatta si è intersecato nella giornata di ieri con l’afflusso, data la festa del patrono della città, di diverse migliaia di reggiani in centro storico. La tutela delle condizioni di sicurezza dei cittadini richiedeva pertanto che l’azione di verifica tenesse conto della situazione particolarissima di diverse vie della città, molto affollate”.

L’amministrazione fornisce poi alcuni dati sul contrasto all’abusivismo operato dalle forze di oolizia municipale. Nel 2015 (dato ancora parziale) sono già stati effettuati 36 sequestri, che hanno portato a requisire 293 fra capi di abbigliamento e accessori, 196 confezioni di fiori e altro materiale per 388 unità. Questo ha significato contestare ai responsabili 8 violazioni amministrative, con 28 denunce complessive.

Da quando l’attività è cominciata, nel 2003, le pattuglie della Polizia municipale hanno operato complessivamente 424 sequestri. Con particolare riferimento ai generi commerciali requisiti si contano oltre 25mila supporti video musicali, 4.072 fra capi di abbigliamento e accessori, 2.748 confezioni di fiori e altro materiale per 3.740 unità. Questo ha significato contestare 215 violazioni amministrative e le denunce in questo lasso di tempo sono state complessivamente 173.

Conclude l’amministrazione: “Questi sono i numeri dell’impegno messo in campo nel settore specifico, un impegno volto al rispetto della legalità e al contrasto dell’abusivismo. Non è però una battaglia che qualcuno può pensare di vincere da solo. L’amministrazione auspica che sempre più cittadini reggiani vorranno, anche in futuro, essere al fianco della collettività che si sta impegnando sul fronte dei reati amministrativi e in campo economico, evitando di acquistare merce contraffatta. Sostenere la legalità e dire no all’abusivismo commerciale sono due facce della stessa medaglia”.