Quantcast

Camionista ubriaco fradicio in autostrada: patente ritirata

Nei guai un 46enne residente a Reggio Emilia che aveva nel sangue una dose sei volte superiore al consentito

REGGIO EMILIA – Camionista ubriaco in autostrada con un tasso alcolemico sei volte oltre il limite consentito. La polizia stradale del distaccamento di Guastalla ha fermato oggi pomeriggio alle andamento non del tutto lineare, un camion che procedeva con un andamento non proprio lineare all’altezza del casello autostradale A/1 in località Reggio Emilia.

Dopo aver fatto accostare l’autocarro al margine della strada, gli agenti hanno controllato il conducente che evidenziava chiari sintomi di ubriachezza. I poliziotti hanno sottoposto subito l’uomo alla prova dell’etilometro ed il risultato è apparso positivo, così anche all’ulteriore prova effettuata sullo stesso soggetto, facendo rilevare un tasso alcolemico di g/l   2,99.

Il codice della strada, fra l’altro, prevede limiti stringenti (g/l 0,00) per tutti i conducenti i quali, all’atto del controllo, stiano svolgendo un’attività professionale come appunto l’autotrasportatore di cose. Gli agenti della Polizia Stradale procedevano quindi a denunciare il camionista, un uomo di 46 anni residente a Reggio Emilia, per il reato di  guida in stato di ebbrezza alcolica che prevede pene con l’arresto fino a 1 anno e mezzo, un’ammenda fino a 9.000 euro e la revoca della patente.