Spese pazze, il Pm chiede la condanna di Marco Barbieri

Chiesti nell'udienza preliminare di oggi un anno e quattro mesi per l'ex consigliere regionale reggiano del PD. Richiesta di assoluzione per Richetti. Per Pagani, la Moriconi e gli altri viene discusso l'eventuale rinvio a giudizio venerdì. Barbieri: "Fiducioso in operato magistratura"

BOLOGNA – Spese pazze, il pm Morena Plazzi ha chiesto un anno e quattro mesi per l’ex consigliere regionale reggiano del Pd, Marco Barbieri e per Anna Pariani che avevano presentato istanza di giudizio abbreviato. E’ stata invece chiesta l’assoluzione per il deputato Pd Matteo Richetti all’epoca consigliere regionale.

Si è svolta oggi l’udienza preliminare per i 16 ex consiglieri regionali dell’Emilia-Romagna del Pd imputati per peculato, riguardo le spese dei gruppi tra giugno 2010 e dicembre 2011. Per tutti gli altri imputati, fra di loro ci sono anche i gli ex consiglieri reggiani Giuseppe Pagani e Rita Moriconi, viene discusso il rinvio a giudizio. L’udienza preliminare proseguirà venerdì prossimo.

Secondo l’accusa i politici avrebbero utilizzato i fondi destinati ai gruppi in Assemblea legislativa per spese non attinenti al mandato: tra gli scontrini depositati da alcuni consiglieri la Guardia di finanza ritrovò quelli per un wc pubblico, per pranzi e cene di lusso, pernottamenti in hotel e perfino per un acquisto in un sexy shop.

Tra gli imputati del Pd ci sono l’ex capogruppo in Regione Marco Monari a cui è contestata una cifra di 940mila euro. Poi Marco Barbieri (9mila euro); Marco Carini (9mila euro); Thomas Casadei (4mila euro); Gabriele Ferrari (11mila euro); Valdimiro Fiammenghi (15mila euro); Roberto Garbi (6mila euro); Mario Mazzotti (13mila euro); Roberto Montanari (24mila euro); Rita Moriconi (17mila euro); Giuseppe Pagani (5mila euro); Anna Pariani (7mila euro); Roberto Piva (15mila euro); Luciano Vecchi (12mila euro); l’attuale eurodeputato Damiano Zoffoli (8mila euro); l’attuale deputato e renziano della prima ora Matteo Richetti (5mila euro).

“Sono tranquillo e assolutamente fiducioso nel lavoro della magistratura, tant’è che questa mattina ho chiesto il rito abbreviato”. Lo sottolinea l’ex consigliere regionale Pd Marco Barbieri. “Attendo – aggiunge Barbieri – di poter chiarire il tutto durante l’udienza di venerdì prossimo”.