Spacciavano vicino al liceo Ariosto: denunciati

Fermati due giovani magrebini che vendevano hascisc al parco Cervi

REGGIO EMILIA – Il nucleo antidroga della polizia municipale ha denunciato ieri pomeriggio due spacciatori che utilizzavano una panchina del parco Cervi, sul retro del liceo Ariosto-Spallanzani, come base per vendere hascisc.

Si tratta di B.B., ventiseienne di nazionalità tunisina, con diversi precedenti penali e F.T., un ventinovenne libico. I due collaboravano con ruoli diversi: uno contrattava il prezzo della droga e l’altro portava “la roba” ai clienti.

L’operazione è stata conclusa dalla polizia municipale dopo alcuni appostamenti che hanno permesso di mettere a fuoco un frequente e sospetto viavai di giovani in quella zona. Gli spacciatori sono stati colti sul fatto mentre cercavano di concludere una cessione con un gruppo di minorenni.

I due hanno subito consegnato quattro grammi di hascisc già divisi in quattro dosi e pronti per essere venduti. Sono stati quindi portati negli uffici del comando della Municipale per gli accertamenti e qui sono stati denunciati per concorso in detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.