Sanità, il centro oncoematologico pronto a dicembre

Lo annuncia Luca Bosi, presidente di Sicrea, la società costruttrice con la controllata Siteco: "Fra due mesi consegneremo il lavoro". Poi i collaudi e l'inaugurazione in primavera

REGGIO EMILIA – Il centro oncoematologico, che dovrà diventare uno dei fiori all’occhiello della nostra sanità, sarà consegnato da Siteco, l’azienda costruttrice controllata da Sicrea, a dicembre.

Lo dice a Reggio Sera il presidente della coop edile che raccoglie l’eredità di Orion, Cmr e della Cooperativa costruzioni di Modena, Luca Bosi: “Contiamo di avere abbondantemente finit per metà dicembre. I tre piani sono oramai terminati, dobbiamo solo montare le porte. Siamo proprio alle battute finali. A dicembre la consegna. Poi ci sarà la fase dei collaudi che per una costruzione del genere è piuttosto lunga e ci saranno da mettere gli arredi. Entro primavera ci potrebbe essere l’inaugurazione e ci potrebbero entrare i pazienti”.

Sicrea ha preso in mano la costruzione del polo oncoematologico da Orion, la coop edile di Cavriago finita in concordato preventivo. Praticamente l’ha costruito interamente dato che Orion aveva fatto un milione e mezzo di lavori su una commessa da trenta milioni.

Si tratta di un edificio da 15.500 metri quadrati è ormai completato. I lavori iniziarono nell’ottobre del 2011. Il cantiere negli anni ha subito diversi rallentamenti: nel 2012 a causa del ritrovamento di reperti archeologici e nel 2013 con la crisi di Orion. Alla cooperativa di Cavriago è subentrata Siteco, società di Sicrea Group.

In questo spazio troveranno sede le funzioni di ricerca e di assistenza oncologica di alta specialità: i reparti di Ematologia, Oncologia, Gastroenterologia, Endoscopia digestiva, Chirurgia oncologica e ricostruttiva, ma anche la Direzione scientifica dell’Irccs, diversi ambulatori, laboratori e studi medici.