Quantcast

Rubiera, inseguimento nella notte: albanese fermato

Doppio inseguimento nella notte: si cercano due complici. Trovati attrezzi da scasso e refurtiva rubata. Forse è la banda responsabile di altri colpi in appartamento a Fontana

RUBIERA (Reggio Emilia) – Inseguimento nella notte a Fontana di Rubiera dove i carabinieri sono riusciti a fermare dei malviventi che viaggiavano su un’auto rubata che, poi, si sono dati alla fuga. Sul posto sono arrivate diverse pattuglie dei carabinieri che hanno iniziato ad inseguire il mezzo.

Alla fine l’auto è stata fermata e uno dei suoi occupanti, un albanese, è stato arrestato. A bordo del mezzo sono stati trovati refurtiva e attrezzi da scasso tipici di una banda che deruba le ville: piede di porco, piccone per casseforti, cacciaviti, torce e guanti. Tutto è partito ieri verso le 20 quando i carabinieri di Rubiera, nella frazione di Fontana (dove recentemente sono avvenuti dei furti), hanno notato un’auto sospetta, una Mazda 2, risultata poi rubata a Modena, con 3 persone a bordo che procedeva lentamente nei quartieri residenziali del paese.

Alla vista dei carabinieri il conducente del mezzo si è dato alla fuga dando vita ad un concitato e folle inseguimento fino al comune di Casalgrande dove l’auto dei fuggitivi ha fatto perdere le tracce. Poco dopo l’auto è stata nuovamente intercettata dai carabinieri, sempre a Fontana, dove era tornata probabilmente per compiere furti in abitazione.

Ne è nato un secondo inseguimento che questa volta ha visto l’auto dei fuggitivi schiantarsi contro un casolare abbandonato. Dall’auto, poi risultata rubata l’8 agosto scorso a Modena, sono scese tre persone che si sono date alla fuga per i campi. Uno è stato fermato e identificato in un cittadino albanese 25enne in Italia senza fissa dimora e con precedenti specifici, mentre gli altri due sono riusciti a scappare per le campagne circostanti agevolati dal buio della notte.

E mentre nella zona veniva scatenata una serrata caccia ai 2 malviventi visti fuggire dai carabinieri, i militari nell’autovettura hanno trovato refurtiva (monili in oro e bigiotteria) e il kit del perfetto ladro (strumenti da scasso ma anche torce e guanti) che è stato sequestrato per le ulteriori indagini. L’albanese è stato denunciato per ricettazione, per l’auto rubata e per il possesso di strumenti atti allo scasso. Stesse accuse per i suoi due suoi complici, in corso di identificazione.

I militari stanno cercando di capire se la banda possa essere responsabile in una serie di colpi in abitazione compiuti proprio a Fontana gli scorsi giorni. Una prima risposta sull’identificazione dei due fuggitivi potrebbe avvenire anche grazie ai Ris di Parma. Le impronte saranno poi confrontate con i soggetti pregiudicati censiti in Banca Dati. Il sindaco di Rubiera, Emanuele Cavallaro, ha detto: “Desidero ringraziare i ‪carabinieri‬ per l’operazione condotta stanotte a ‪Fontana”‬.