Quantcast

Park Vittoria, in cento orfani di Dario Fo: “Manda un video” video

Fantuzzi: "Se il cantiere si interrompe tre milioni alla Reggio Emilia Parcheggi". La Spadoni: "Eventuali perdite ce le accolleremo noi"

REGGIO EMILIA – Un centinaio di persone scarso, stamattina, ha partecipato alla manifestazione indetta da Reggio Città Aperta, Comitato No Park, Movimento 5 Stelle, Lista Magenta e Cinzia Rubertelli davanti al teatro Valli per protestare contro il Park Vittoria. Tutti attendevano Dario Fo che non si è fatto vedere per colpa di un abbassamento di voce, secondo quanto hanno spiegato gli organizzatori. Il premio Nobel, tuttavia, ha promesso un contributo video e ha detto che vuole incontrare Filippo Lodetti Alliata, presidente di Reggio Emilia Parcheggi, la società che sta costruendo il parcheggio sotterraneo.

Park Vittoria

Francesco Fantuzzi, di Reggio Città Aperta, ha detto: “Se il cantiere si dovesse interrompere, è bene che si sappia che saranno dovuti, a titoli di indennizzo, non meno di due o tre milioni di euro alla Reggio Parcheggi per i lavori svolti finora”. Si è poi domandato nel suo intervento: “Come mai la sede della Reggio Emilia Parcheggi, al momento della stipula del contratto con il Comune, è stata fissata non a Reggio Emilia ma a Bibbiano? Quando ho denunciato la cosa, guarda caso, la sede è stata spostata. Come mai la Final spa, che controlla la Reggio Emilia parcheggi, all’epoca della concessione nel maggio 2011, risultava inattiva alla Camera di commercio di Palermo ed è diventata attiva nell’agosto del 2013? Tuttavia gestiva parcheggi in giro per l’Italia. Come mai un’azienda inattiva può fare concessioni e gestire parcheggi?”.

Dopo di lui ha preso la parola la deputata del Movimento 5 Stelle, Maria Edera Spadoni, che ha detto: “Prima l’amministrazione diceva che questo progetto non aveva senso e poi due anni dopo le cose sono cambiate. I reggiani, poi, dovrebbero capire cosa vuol dire project financing. Vuol dire che se i privati da quest’opera non avranno degli utili, si rivolgeranno al Comune che dovrà metterci i soldi che mancano e il Comune li prenderà dalle vostre tasse. E’ geniale, perché se ci sono degli utili, andranno al privato, mentre le perdite ce le accolliamo noi”.

L'intervento di Maria Edera Spadoni

L’intervento di Maria Edera Spadoni

E si è chiesta: “Ma nel programma del Pd c’era il Park Vittoria? Una cosa è certa: è importante che ci siano dei comitati che si fanno queste domande, perché avere un cittadino informato è fondamentale per fare sì che possa poi avere un ruolo attivo nella politica. E’ fondamentale cercare di capire dove vanno i soldi e quali sono le dinamiche. Perché il neo ministro Delrio ha deciso, dopo un tot di anni, che quest’opera era fondamentale. Tralasciamo poi il fatto della corruzione che ha toccato il Park Vittoria, perché vi ricordo che l’amministratore della Final Spa, Lodetti, è stato indagato per il parcheggio dell’Expo e questa è una delle società che stanno gestendo questo progetto”.

Alla manifestazione erano presenti, fra gli altri, anche Norberto Vaccari, capogruppo dei Cinque Stelle in consiglio comunale, l’ex assessore Franco Corradini e il consigliere comunale Cinzia Rubertelli.

Video correlati

1 di 1