Quantcast

Ognissanti, i consigli dei carabinieri per evitare furti

Controlli serrati nei cimiteri per le feste dei morti. I consigli: evitare di lasciare sulle auto in sosta borsette e non sostare in luoghi affollati dove la ressa di gente potrebbe agevolare l’azione dei borseggiatori

REGGIO EMILIA – Per le feste di Ognissanti e la Commemorazione dei defunti i carabinieri, in linea con le direttive del colonnello Antonino Buda, hanno intensificato il controllo del territorio attraverso servizi mirati nei principali punti di aggregazione tra cui i cimiteri.

Un’attività contro la microcriminalità che colpisce spesso in concomitanza con questa festività con borseggi nei cimiteri e furti sulle auto in sosta nei parcheggi del cimiteri del capoluogo e della provincia. Prevenzione a 360 gradi che vedrà i militari operare anche sul fronte della sicurezza stradale nelle principali arterie viarie che conducono ai cimiteri.

L’intensificazione del controllo sarà intensificata oggi, domani e lunedì nei giorni in cui si calcola il massimo afflusso di persone nei cimiteri del capoluogo e della provincia. Nei cimiteri cittadini ed in particolare in quelli di Via Fratelli Rosselli, quello suburbano di Via Gattaglio a Coviolo e quello Monumentale di Via Beretti dall’apertura alla chiusura anche i carabinieri assicureranno la dovuta vigilanza con pattuglie appiedate che cercheranno di garantire la giusta soglia di sicurezza ai tanti visitatori.

Pattuglie a piedi che saranno affiancate anche dal personale in abiti civili e dalle pattuglie automontate che effettueranno frequenti passaggi con soste nei cimiteri. Stessa cosa in provincia con i carabinieri che assicureranno la dovuta vigilanza negli orari di apertura e chiusura dei cimiteri. I carabinieri raccomandano e sensibilizzano i cittadini a evitare di lasciare sulle auto in sosta borsette, valori e comunque tutto quanto possa essere di interesse ai ladri, evitare di sostare in luoghi affollati dove la ressa di gente potrebbe agevolare l’azione dei borseggiatori facendo attenzione in quel caso a tenersi ben strette le borsette e i portafogli, segnalare al 112 ogni situazione o movimento sospetto in modo tale da garantire il tempestivo intervento dei carabinieri.