Quantcast

Mafia, al via il processo Aemilia: 242 imputati

Stamattina l'udienza preliminare al Padiglione 19 dell'ente fiere di Bologna. E' il più grande processo contro la criminalità organizzata svoltosi finora in Emilia-Romagna

BOLOGNA – “Per numero di imputati (242), di parti offese e di difensori e’ certamente il piu’ grande processo contro la criminalita’ organizzata svoltosi sinora in Emilia-Romagna”. Lo precisa il Tribunale di Bologna, facendo il punto sull’udienza preliminare del processo “Aemilia” al via oggi nell’aula speciale allestita al padiglione 19 di BolognaFiere.

L’aula conta una superficie di 3.200 metri quadri, puo’ contenere fino a 600 posti a sedere ed e’ dotata di impianti speciali, tra cui quello di videoconferenza, necessari allo svolgimento dell’udienza. Alla vigilia dell’udienza, il presidente del Tribunale Francesco Scutellari ha manifestato “la sua piu’ viva soddisfazione per i lavori eseguiti”, esprimendo il suo “sentito ringraziamento” e quello del “ministero” a BolognaFiere, che ha concesso un suo padiglione, e alla Regione Emilia-Romagna, che ha contribuito alla realizzazione dell’allestimento sul progetto redatto dai tecnici del ministero della Giustizia.

L’ingresso all’aula a partire dalle 8.30 e’ previsto da piazza della Costituzione, dove sara’ allestita anche una speciale area coperta dedicata ai giornalisti, per i quali, precisa il Tribunale, “rimane interdetto l”accesso all’aula in quanto il processo si svolge a porte chiuse trattandosi di udienza preliminare, per cui non e’ prevista dalla legge la presenza del pubblico”.

La sala stampa, allestita per l’occasione in piazza Costituzione prima del varco di accesso all’aula, sara’ dotata di postazioni per pc, collegamento alla rete elettrica e internet wifi per “consentire ai giornalisti di svolgere al meglio il proprio lavoro” (Fonte Dire).