Quantcast

La cooperazione reggiana ad Expo 2015 fotogallery video

Con il progetto City of cooperation ieri una giornata di iniziative nel padiglione dell'Emilia-Romagna

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Il progetto City of Cooperation, realizzato dall’Alleanza delle Cooperative Italiane di Reggio Emilia (Agci, Legacoop e Confcooperative), è stato presentato ieri ad Expo 2015, nella piazzetta dell’Emilia-Romagna. L’iniziativa è stata realizzata nell’ambito della settimana ad Expo del Comune di Reggio Emilia, iniziata proprio il 9 ottobre, che vuole presentare le sue eccellenze, fra tradizione classica e innovazione, con eventi, opportunità di incontro e percorsi del progetto ‘WE A-RE \ Reggio Emilia per Expo 2015′: si tratta di una presenza che qualifica la città e il suo territorio, in particolare con le eccellenze del sistema agroalimentare, ma anche di innovazioni come le proposte del Food Innovation Program.

City of cooperation

In un programma come questo non poteva mancare la cooperazione reggiana, che con City of Cooperation ha realizzato, con la supervisione di Roberto Meglioli della Legacoop, un progetto finalizzato proprio a collocare le sue eccellenze in un contesto internazionale. La giornata è stata intensa, ed è iniziata con il saluto di Luca Bosi, presidente dell’Alleanza delle Cooperative Italiane di Reggio Emilia. Bosi ha spiegato il significato della presenza ad Expo: quello di rappresentare la cooperazione reggiana in un contesto internazionale di grande respiro.

“Vogliamo esprimere – ha detto Bosi – il senso di innovazione della forma di impresa cooperativa e di prospettiva verso il futuro. City of Cooperation ha anche l’obiettivo di mettere in rete la nostra migliore cooperazione con il tessuto economico internazionale. Il nostro auspicio è quello che nascano opportunità vere per le nostre cooperative: dal necessario radicamento provinciale e nazionale è necessario che riescano a sviluppare un rapporto sempre più intenso con i mercati internazionali, come peraltro già diverse importanti cooperative reggiane sono riuscite a fare”.

Nel corso della giornata è stata presentata l’esperienza del Food Innovation Program, che proprio a Reggio Emilia sta sviluppando progetti innovativi nel settore dell’alimentazione. Sono poi intervenuti per presentare le attività e i progetti delle loro cooperative e imprese Giuseppe Begani di Car Server (Gruppo Ccfs), leader nel settore del noleggio di flotte aziendali e gestione della mobilità alle imprese, Sandra Raffaini di Coopbox, importante azienda del Gruppo Ccpl attiva nel packaging alimentare e nei sistemi di confezionamento per alimenti freschi, Francesca Benelli della cooperativa sociale il Bettolino, che produce basilico e altre piante aromatiche per la Grande Distribuzione e per aziende alimentari, Alberto Bassoli, della storica Cooperativa Ortolani, che associa imprenditori e cooperative agricole e commercializza prodotti freschi e cotti al forno e Roberto Salsi di Sacabus, cooperativa che opera nel settore dell’autonoleggio e del trasporto persone.

Tutta la giornata è stata accompagnata dalla musica del progetto “Sprecosistem” della cooperativa sociale Lunezia, un gruppo musicale che usa strumenti realizzati con oggetti riciclati, e dalle esibizioni dei danzatori di Let’s Dance. Il progetto City of Cooperation, realizzato con la collaborazione dell’Associazione culturale Ics, ha visto l’adesione di 70 cooperative: stato pensato come canale comunicativo in vista di Expo 2015. Ha visto la realizzazione di diverse iniziative, tra cui una mostra sulla cooperazione reggiana a Spazio Gerra e di un portale web come vetrina di singole cooperative.

Più informazioni su