Quantcast

Finti carabinieri truffano un anziano

Con la storia che poteva avere in casa banconote false, gli hanno rubato 1.000 euro e i gioielli

REGGIO EMILIA – Si sono presentati come carabinieri e poi hanno truffato un anziano. Ieri mattina un pensionato M.E., al rientro dalla spesa, è stato avvicinato da due distinti signori, i quali, qualificatisi come carabinieri (uno di loro ha esibito un tesserino di riconoscimento) hanno informato l’anziano che era stato segnalato per spendita di moneta falsa.

L’uomo è stato invitato a mostrare tutte le banconote in suo possesso ed i due malfattori hanno confermato la presenza di almeno tre banconote da 50 euro false che riportavano lo stesso numero di serie. L’uomo ha detto di avere altre banconote nella cassaforte. A questo punto i falsi carabinieri lo hanno invitato  a mostrare tutto il contante e tutti i preziosi chiedendo di metterli in un sacchetto che è stato lasciato in bella mostra sul tavolo.

In seguito uno dei due truffatori ha chiamato l’uomo fuori casa perché vedesse alcune foto segnaletiche ed infine a parcheggiare regolarmente l’auto negli stalli di parcheggio posti di fronte alla propria abitazione, mentre il secondo si è intrattenuto per qualche altro minuto  in casa alla presenza della moglie della vittima e della sua badante. Parcheggiata l’auto M.E. si è accorto che non c’era più traccia dei due finti carabinieri.

Insospettito, ha fatto rientro in casa accorgendosi che il sacchetto contenente  1.000 euro ed i gioielli di famiglia era sparito. I truffatori si sono presentati vestiti in modo distinto e hanno parlato in italiano perfetto senza inflessioni dialettali.