Ente Fiere, Reggio a tavola: la tre giorni dei golosi

Da venerdì a domenica al quartiere fieristico di Reggio Emilia un centinaio di stand dedicati alle eccellenze alimentari del Belpaese

REGGIO EMILIA – Attraversare l’Italia e gustare le tipicità di tante regioni semplicemente restando a Reggio. E’ possibile grazie a “Reggio A Tavola”, la manifestazione che, da venerdì 9 a domenica 11 ottobre, porta al quartiere fieristico di Reggio Emilia un centinaio di stand dedicati alle eccellenze alimentari del Belpaese.

Dal Trentino Alto Adige alla Sicilia, il panorama offerto dall’evento organizzato da SGP è davvero ampio: i visitatori, ai quali verrà fornito un pratico cestino, potranno fare spesa direttamente dai produttori, acquistando formaggi sardi, lombardi, toscani, salumi e affettati di altissima qualità, focaccia genovese, taralli pugliesi, ma anche chicche particolari, come i prodotti al pistacchio e le delizie del cioccolato piemontese. Senza dimenticare i vini e le birre, con birrifici artigianali e rinomate cantine, come l’azienda agricola San Gregorio di Valdobbiadene, premiata negli anni scorsi al Vinitaly per il suo Prosecco.

“Reggio A Tavola” è quindi una rappresentazione golosa dell’Italia, che mette in mostra le numerose specialità delle diverse regioni. La tre giorni è stata pensata non solo come occasione per una spesa fuori dall’ordinario, ma anche come pretesto per una cena o un aperitivo in compagnia: l’orario della fiera è stato appositamente allungato fino alle 23 per dare la possibilità di approfittare delle creazioni culinarie che verranno proposte. Primi piatti, fritture di pesce, panini gourmet, degustazioni e stuzzichini soddisferanno ogni palato.

“Reggio A Tavola” prosegue, innovandola, la tradizione di un’altra manifestazione reggiana, “Casa&Tavola” che per oltre vent’anni ha costituito un punto di riferimento per gli appassionati dell’alimentare e dell’arredamento a tema. Il nuovo appuntamento vuole inserirsi nel solco del vecchio, apportando però la propria impronta, orientata esclusivamente sul food: un settore che riscuote il favore del pubblico e che resiste agli scossoni della crisi.

Sono dunque tante le novità che contraddistinguono questa prima edizione di “Reggio A Tavola”. Oltre a quelle già citate, da evidenziare la durata della manifestazione, che sarà concentrata in tre giorni e non più in una settimana. Un weekend intenso, che permetterà al visitatore di godersi un pomeriggio di relax dedicato alla scoperta di prodotti provenienti da altre regioni d’Italia, spiegati e illustrati direttamente dal produttore prima della degustazione.

Non potevano infine mancare le eccellenze di una delle regioni più ricche dal punto di vista enogastronomico, l’Emilia-Romagna: la parte centrale della fiera sarà interamente occupata da espositori della nostra regione, di cui una buona rappresentanza è proprio reggiana. Dal Consorzio del Parmigiano Reggiano al Salumificio San Martino, passando per l’Associazione di promozione turistica della Regione Emilia-Romagna, che ha accolto con entusiamo l’iniziativa e ha voluto essere presente alla tre giorni che celebra il cibo italiano, eccellenza riconosciuta in tutto il mondo.

Orari: venerdì dalle 15 alle 23, sabato dalle 10 alle 23, domenica dalle 10 alle 20

Biglietti: interi 5 euro, ridotti 3 euro, bambini dagli 11 a 14 anni, adulti over 70 anni, militari, ingresso omaggio per i bambini fino a 10 anni, invalidi in carrozzina. Venerdì ingresso omaggio per le donne