Crisi Coopsette, “Pd vicino ai lavoratori”

Bertani: "La tutela dell'occupazione esistente e la creazione di nuovo lavoro è la nostra prima priorità: non faremo mancare la nostra presenza e la nostra azione".

CASTELNOVO SOTTO (Reggio Emilia) – Dal Pd solidarietà ai lavoratori di Coopsette, dove gli esuberi sarebbero 250 secondo quanto emerso nel corso dell’assemblea dei soci di martedì, dove si è parlato anche all’ipotesi di cessione di alcuni settori quali il ferroviario (vi sarebbe almeno una società interessata a rilevarlo).

Con i sindacati ha iniziato a muoversi anche la politica. Prima l’ex sindaco di Castelnovo, Roberta Mori, ha illustrato all’assessore Palma Costi le problematiche della coop reggiana. Ora interviene il Partito Democratico di Reggio, che esprime “forte preoccupazione e vicinanza ai lavoratori” sottolineando che la crisi aziendale viene seguita con attenzione.

“Non faremo mancare il nostro sostegno – dichiara Giacomo Bertani, responsabile Economia e Lavoro dei Democratici – Sosteniamo l’impegno delle forze sindacali e dei lavoratori affinché siano minimizzate le conseguenze di questa fase critica dell’azienda. Pur nella consapevolezza delle grandi difficoltà del mercato delle costruzioni nella nostra Regione, lo sforzo delle istituzioni deve essere massimo affinché nessun lavoratore sia lasciato solo nella disoccupazione e siano offerti a tutti i migliori strumenti di sostegno e ricollocazione professionale”.

Viene poi chiesto alla dirigenza aziendale “il massimo impegno al fine di tutelare quanto più possibile l’occupazione, anche nei rami d’impresa che saranno eventualmente ceduti”. In ogni caso “Regione, Provincia e il Comune di Castelnovo Sotto sono presenti e sono pronti a mettersi a disposizione per offrire tutti gli strumenti necessari a gestire al meglio questa crisi. Ci impegniamo attraverso i nostri amministratori a proseguire l’impegno nei prossimi giorni e nelle prossime settimane, per offrire le migliori risposte ai lavoratori e alle loro famiglie. La tutela dell’occupazione esistente e la creazione di nuovo lavoro è la nostra prima priorità: su questi fronti non faremo mancare la nostra presenza e la nostra azione”.