Acqua pubblica, Sel: “La partita è appena iniziata”

Yuri Torri e Igor Taruffi, consiglieri regionali di Sel: "Non è ancora ciò che vogliamo, ma crediamo che grazie al nostro lavoro e a quello del M5S, sia stato registrato un passo avanti nelle posizioni del Pd"

REGGIO EMILIA – “I numeri del voto di ieri dimostrano inoltre che all’interno dell’Assemblea legislativa regionale esiste un’area consistente e trasversale che intende lavorare sulla ripubblicizzazione del servizio idrico. Come gruppo Sel proseguiremo con determinazione su questa strada. La partita è appena iniziata”.

Lo scrivono i consiglieri regionali di Sel Yuri Torri e Igor Taruffi all’indomani del voto dell’assemblea regionale che ieri si è espressa sulla risoluzione in favore della ripubblicizzazione del servizio idrico. La discussione è stata avviata grazie ad una risoluzione di cui i due consiglieri regionali di Sel erano primi firmatari, sottoscritta da Sel, M5S e L’Altra Emilia-Romagna e condivisa dai Comitati Acqua Bene Comune. Una risoluzione che non è passata e che ha ottenuto 16 voti a favore (Sel, M5S, Altra Emilia-Romagna e Lega Nord), 25 contrari (PD) e 3 astenuti.

Il Pd ha presentato un proprio documento che ha ottenuto 26 voti a favore (Pd), 3 contrari (Fi e Fratelli d’Italia) e 15 astenuti (Sel, M5S, L’Altra Emilia-Romagna e Lega Nord). Scrivono i due consiglieri regionali: “Inutile negare che nel dibattito in Aula siano emerse tutte le differenze esistenti, anche e soprattutto tra Sel e Pd, su un tema così importante come la ripubblicizzazione del servizio idrico. Crediamo però che grazie al nostro lavoro e a quello del M5S, sia stato registrato un passo avanti nelle posizioni del Pd”.

E concludono: “Nel documento votato dall’Assemblea infatti si impegna la giunta a sostenere i territori che decideranno per la ripubblicizzazione. In sostanza i territori che decideranno di procedere verso la ripubblicizzazione troveranno la Regione al loro fianco. Non è ancora quello che vogliamo, cioè la chiara indicazione della scelta della ripubblicizzazione, ma è indubbiamente un passo avanti. Per questo Sel, M5S e L’Altra Emilia-Romagna si sono astenute su questo documento”.